QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Le borse europee aprono la luce | Beursduivel.be

Foto: Deutsche Börse AG

(ABM FN-Dow Jones) Le azioni europee apriranno giovedì dopo il primo aumento del tasso negli Stati Uniti da anni.

IG prevede un guadagno di apertura di 13 punti per il DAX tedesco, un guadagno di 2 punti di 1 minuto per il CAC 40 francese e un calo di 11 punti per il FTSE 100 britannico.

Mercoledì le azioni europee hanno chiuso in rialzo.

Mercoledì le azioni europee hanno chiuso in rialzo, sostenute dalla ripresa dei fondi tecnologici cinesi e dai commenti dell’Ucraina secondo cui c’è spazio per un compromesso nei negoziati di pace con la Russia.

Oltre alla tecnologia, alle materie prime e ai titoli energetici, anche i titoli di società con un’elevata esposizione alla Cina, seguendo i piani di Pechino per rafforzare i mercati dei capitali e rilanciare l’economia. Anche le azioni di viaggi e tempo libero sono aumentate.

“Il rimbalzo delle azioni cinesi mostra quanto siano sensibili i mercati”, ha affermato Peter Garnery, analista di mercato di Saxo Bank. “Siamo in un ambiente di grande incertezza”, ha detto, “tutto può cambiare in un istante”.

Inoltre, il mercato attende con impazienza la decisione della Federal Reserve sui tassi di interesse più tardi stasera, con un aumento previsto di 25 pb.

Sul fronte macroeconomico, mercoledì non erano previste uscite in Europa.

EUR/USD viene scambiato a 1,1009. All’inizio della giornata di negoziazione, la coppia di valute si muove ancora a 1,0954 e alla chiusura delle borse americane di martedì c’era una posizione di 1,0951 sui piatti.

notizie aziendali

BMW prevede che il margine di profitto per il settore automobilistico quest’anno sarà inferiore a quanto si pensasse in precedenza, a causa della guerra in Ucraina. Il titolo è salito di oltre il 4,0%.

E.ON è stata in grado di registrare più vendite e profitti nel 2021 e conta di raggiungere profitti record per l’anno. Tuttavia, E.ON ha perso lo 0,3%.

Il produttore di bevande Pernod Ricard intende acquistare fino a 200 milioni di euro di azioni proprie tra oggi e il 6 aprile. Il titolo è salito del 3,0%.

L’anno scorso Inditex ha registrato un forte aumento del volume delle vendite e dei risultati. La quota del colosso spagnolo della moda è scesa di circa il 2,0 per cento.

A Parigi, la Société Générale è cresciuta di circa l’8,5%, Alstom ha guadagnato circa il 7,5% e Thales ha perso più dell’1,0%.

READ  Consigli di viaggio rivisti: ancora più parti della Francia e della Spagna...

A Francoforte, Hellofresh è aumentato di circa l’11,5%, mentre Delivery Hero è aumentato di circa il 10,0%. Beiersdorf ha perso circa lo 0,8% e, oltre a E.ON, anche RWE ha perso circa lo 0,5%.

Un notevole aumento è stato riscontrato ad Amsterdam, dove il prezzo delle azioni di Prosus è aumentato di quasi il 24,0%. Le azioni di Tencent, di cui Prosus è uno dei principali azionisti, sono aumentate del 23% alla Borsa di Hong Kong. Anche altri titoli tecnologici cinesi hanno subito un duro colpo questa mattina, dopo il calo dei prezzi negli ultimi giorni di negoziazione.

Bene anche i titoli tecnologici europei. Ad esempio, il prezzo delle azioni degli specialisti di semiconduttori ASML, ASMI e Besi ad Amsterdam è aumentato di circa il 7,0-9,0% e il prezzo delle azioni di STMicroelectronics a Parigi è aumentato di circa il 7,5%.

Euro Stoxx 50 3889,69 (+4,1%)
Stokes Europe 600448,45 (+3,1%)
DAX 14.440,74 (+3,8%)
CAC 40 6588,64 (+3,7%)
FTSE 100 7291,68 (+1,6%)
SMI 11.900,96 (+1,9%)
AEX 703,52 (+ 4,0%)
BEL 20 4085.71 (+3,1%)
FTSE MIB 24.284,85 (+3,3%)
IBEX 35 8380.40 (+1,8%)

diritti di proprietà degli Stati Uniti

Wall Street apre leggermente al ribasso, secondo i futures statunitensi.

Le azioni statunitensi hanno chiuso in rialzo mercoledì. Il focus della giornata di negoziazione è stato sulla decisione del tasso di interesse della Federal Reserve. In linea con le aspettative, la banca centrale ha alzato di 25 punti base il tasso di interesse di riferimento, il tasso sui fondi federali. Il tasso di sconto è stato aumentato di 0,25 punti percentuali allo 0,50%.

La Federal Reserve ha anche affermato che prevede di annunciare presto un piano per tagliare il suo bilancio di 9 trilioni di dollari.

Inoltre, il grafico a punti ha mostrato che la Fed prevede un totale di sette rialzi dei tassi quest’anno. Secondo l’analista di mercato Philip Marie di Rabobank, questo era in linea con le aspettative e, secondo lui, ora ha un prezzo.

Sorprendentemente, secondo un analista di Rabobank, la banca centrale statunitense prevede di continuare ad aumentare i tassi di interesse il prossimo anno. “Il contatore rappresenta 3 o 4 aumenti di prezzo per il 2023”, ha affermato Maree.

La Federal Reserve statunitense ha previsto l’inflazione PCE al 4,3% per il 2022, una revisione significativa al rialzo rispetto alla stima di dicembre. A quel tempo, si presumeva ancora che l’inflazione fosse del 2,6%. D’altra parte, la stima della crescita del PIL nel 2022 è stata rivista al ribasso a una crescita del 2,8 per cento, dal 4,0 per cento in precedenza.

READ  Il nuovo CEO Oxurion lascia il segno con i licenziamenti

Il mercato ha anche ricevuto supporto mercoledì con la notizia che Pechino manterrà la stabilità del mercato azionario e adotterà misure per stimolare la crescita economica, fermando le vendite nei mercati azionari cinesi che hanno accelerato durante la scorsa settimana.

C’è stato un certo ottimismo sul fronte ucraino dopo che Kiev ha detto che c’era spazio per un compromesso nei colloqui con la Russia.

Sul fronte macroeconomico, mercoledì è stato anche annunciato che il numero di richieste di mutui negli Stati Uniti è diminuito dell’1,2% la scorsa settimana. L’indice di mercato è sceso da 502,5 a 496,5.

Le vendite al dettaglio negli Stati Uniti sono aumentate rispettivamente dello 0,3% e del 17,6% a febbraio su base mensile e annuale.

I prezzi delle importazioni statunitensi sono aumentati dell’1,4% su base mensile a febbraio, mentre i prezzi delle esportazioni sono aumentati del 3,0%.

La fiducia è ulteriormente diminuita tra i costruttori di case statunitensi a marzo. L’indice è sceso da un 81 rivisto di febbraio a un 79 rivisto di marzo.

Le scorte di aziende statunitensi sono aumentate rispettivamente dell’1,1% e dell’11,4% su base mensile e annuale a gennaio.

Un barile di future sul greggio West Texas Intermediate per aprile ha chiuso mercoledì dell’1,5%, o $ 1,40, in ribasso sul New York Mercantile Exchange a $ 95,04. Gli ultimi dati della US Energy Agency (EIA) hanno mostrato che le scorte di petrolio greggio statunitensi sono aumentate la scorsa settimana.

L’Agenzia internazionale per l’energia ha dichiarato mercoledì nel suo rapporto mensile che la guerra in Ucraina e tutte le conseguenti sanzioni contro la Russia rappresentano una grave minaccia per il lato dell’offerta del mercato petrolifero e quindi per l’economia globale.

Secondo l’Agenzia internazionale per l’energia, le sanzioni ridurranno la disponibilità di 3 milioni di barili di petrolio russo al giorno da aprile. L’agenzia ha ridotto le sue stime sulle forniture di petrolio per quest’anno di due milioni di barili a 99,5 milioni di barili al giorno.

Sul fronte macroeconomico, giovedì sono quattro le pubblicazioni all’ordine del giorno negli Stati Uniti. I dati sull’edilizia abitativa, la Fed di Filadelfia e le richieste di assistenza settimanale verranno rilasciati prima dello spettacolo, seguiti dai dati sulla produzione industriale.

READ  L'euro è quasi uguale al valore del dollaro e quello era vent'anni fa | Economia

notizie aziendali

Foxconn ha riaperto le sue fabbriche cinesi dopo essere state chiuse a causa della chiusura del coronavirus a Shenzhen questa settimana. Foxconn è il più grande fornitore di Apple, che assembla iPhone per il gigante tecnologico americano. Mantenendo i dipendenti all’interno della fabbrica, non possono diffondere il virus e la produzione può riprendere.

Le azioni di Big Lots sono diminuite dello 0,2% dopo che l’azionista Mel Rudd ha annunciato di aver acquisito una quota del 5,1% e mirava a vendere la società. Il prezzo di vendita target sarà dal 70 al 120 percento superiore al prezzo di chiusura di lunedì.

Mercoledì i titoli tecnologici cinesi quotati negli Stati Uniti sono aumentati fortemente. Le azioni di Alibaba hanno guadagnato circa il 35,0% e JD.com ha guadagnato oltre il 38,0%.

Indice S&P 500 4357,86 (+2,2%)
Dow Jones 34.063,10 (+1,6%)
Composito Nasdaq 13.436,55 (+3,8%)

Asia

Giovedì le azioni asiatiche sono aumentate di nuovo bruscamente, in particolare a Hong Kong.

Nikkei 225 26632.49 (+3,4%)
Shanghai Composite 3225,42 (+1,7%)
Hang Seng 21125.04 (+5,2%)

monete

EUR/USD veniva scambiato a 1,1024. Quando i mercati statunitensi hanno chiuso mercoledì, la coppia di valute si muoveva ancora a 1,1028 e quando i mercati europei sono stati chiusi c’era ancora una posizione a 1,1009 sui piatti.

Dollaro USA / Yen giapponese 118,80
EUR / USD EUR 1.1024
Euro / Yen giapponese 130,97

Programma macro:
06:30 Tasso di disoccupazione – Febbraio (NL)
11:00 Inflazione – Finale di febbraio (Euro)
12:00 Banca centrale turca – Decisione sui tassi di interesse (TUR)
13:00 BoE – Decisione sui tassi di interesse (Regno Unito)
13:30 Permessi per la costruzione di case – Febbraio (Stati Uniti)
13:30 Indice della Fed di Filadelfia – marzo (Stati Uniti)
13:30 Richieste di supporto – Settimanale (USA)
14:15 Produzione industriale – Febbraio (Stati Uniti)

Novità dall’azienda:
21:00 FedEx – Numeri USA Q3

Fonte: notizie finanziarie di ABM


Da Beursplein 5, Editori Notizie finanziarie di ABM Tieni d’occhio gli sviluppi delle borse e in particolare della Borsa di Amsterdam. Le informazioni in questa colonna non sono intese come consulenza professionale in materia di investimenti o come raccomandazione per effettuare determinati investimenti.