QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Le capacità motorie dei bambini dovrebbero avere maggiore priorità, ritiene questo ricercatore: “Stanno perdendo forza”

Le capacità motorie dei bambini dovrebbero avere maggiore priorità, ritiene questo ricercatore: “Stanno perdendo forza”

I bambini non fanno abbastanza esercizio fisico e ciò ha conseguenze sul loro sviluppo motorio. Secondo il docente di stile di vita sano presso l’Università di Scienze Applicate dell’Aia San de Vries, i politici dovrebbero prestare maggiore attenzione a questo problema. “Sono dalle 5 alle 12.”

Nell’accordo quadro non è stata prestata attenzione all’educazione fisica. Ma da anni la ricerca dimostra che le capacità motorie dei bambini stanno diminuendo. Quasi 1 bambino su 5 non si sviluppa correttamente. Uno sviluppo preoccupante, secondo De Vries. “Si vede una grande differenza tra, diciamo, 20 anni fa e adesso.”

Uscire sempre meno

Il docente dell’Università di Scienze Applicate dell’Aia parla di una “tendenza preoccupante” poiché diversi studi indicano che i bambini sono meno flessibili, hanno meno forza e che le loro capacità di equilibrio “si stanno effettivamente deteriorando”. Secondo Sunny, un motivo importante è che i bambini escono sempre meno e trascorrono molto tempo davanti ai dispositivi elettronici.

Il docente sottolinea che le strutture esterne non sono sempre ideali. “Vedi che lì c’è anche meno spazio per praticare sport. Le conseguenze della digitalizzazione e dell’urbanizzazione si riflettono nel comportamento sportivo dei bambini.” Secondo De Vries, sempre più spesso vengono trasportati con bici da carico o auto. Ma anche le biciclette e le biciclette elettriche non contribuiscono allo sviluppo delle capacità ciclistiche dei bambini.

Meno possibilità di ammalarsi

Il docente sottolinea che è “molto importante” investire nello sviluppo motorio dei bambini. “Il 40% non soddisfa le linee guida per l’esercizio fisico e un bambino su 10 non gioca mai fuori. In realtà è da 5 a 12.”

Inoltre, i bambini che fanno molto esercizio fisico in tenera età ne trarranno beneficio anche in seguito. “Vedi anche che i bambini che fanno più attività fisica ora iniziano a fare attività fisica più tardi nella vita. E questo è ovviamente positivo per prevenire le malattie cardiovascolari e il prediabete e il prediabete, ma anche forme di cancro. A breve termine, è semplicemente molto divertente e fa bene Lo sviluppo dei bambini.”

READ  RIVM: il vaccino antinfluenzale 2021-2022 sembra funzionare meglio del previsto

Sviluppo del linguaggio

L’attività fisica non solo svolge un ruolo cruciale nella salute fisica dei bambini, ma ha anche un impatto significativo sul loro sviluppo linguistico. Secondo il professore, ciò influisce anche sulle abilità sociali.

“Quando i bambini si muovono insieme, comunicano naturalmente tra loro. Ad esempio, si danno istruzioni a vicenda e si rallegrano. Spesso si muovono, parlano e si rallegrano insieme.”

Sessione sportiva aggiuntiva

Alla Polygon Public Primary School di Almere si presta attenzione anche allo sviluppo motorio di 5.000 bambini. Ciò avviene attraverso il sistema di monitoraggio degli studenti “VolgMe”. I bambini che hanno maggiori difficoltà nell’esercizio fisico ricevono una lezione extra in palestra come supporto.

L’insegnante di ginnastica Kim Vogt dice che è assolutamente necessario. “Si tratta di bambini che ricevono un sostegno extra, cosa che non è possibile durante le lezioni di ginnastica, perché stanno semplicemente abbandonando il loro livello”.

Riproduzione audio

L’educazione fisica manca dalle principali linee di accordo nonostante il declino delle capacità motorie dei bambini

Paure

Ma chi ha effettivamente la responsabilità? Secondo De Vries si tratta di partiti diversi. “Vedi figli di genitori che incoraggiano molto l’esercizio fisico, rispetto a figli di genitori che lo incoraggiano meno o che hanno molta paura.” I bambini possono quindi sviluppare paure, ad esempio, anche riguardo al traffico, alle cadute o agli estranei.

Secondo il docente dobbiamo fare qualcosa al riguardo. “È molto importante aiutare i bambini a ritrovare la fiducia nello sport e ad eliminare questa paura. Questo è un vero peccato.”

READ  Quanto durerà l'epidemia di influenza? difficile da prevedere

“solidarieta”

Oltre ai genitori, secondo De Vries, anche i Comuni dovrebbero fare di più. “Dovrebbe essere possibile giocare all’aperto nel tuo quartiere, fare esercizio, camminare in sicurezza sul marciapiede o andare in bicicletta da qualche parte.”

Secondo lei, questo non è il caso in tutti i comuni. Sottolinea: “Allora dipendono, soprattutto a una certa età, dall’essere portati dai genitori. Per fortuna si vede che i genitori sono sempre più attenti alla salute e all’esercizio fisico. Ma genitori, scuole, comuni e società sportive devono unire gli sforzi”.

Ascolta i bambini

Il docente sostiene che il nuovo governo dovrebbe dare maggiore priorità allo sviluppo motorio dei bambini della scuola primaria. Alcuni comuni hanno già un consiglio dei bambini o un sindaco dei bambini. Vengono quindi inclusi nelle questioni che li riguardano direttamente. Ma secondo De Vries questo può essere utilizzato a un livello più ampio.

“C’è relativamente poca attenzione alla prevenzione e all’educazione fisica, questo mi preoccupa. Spesso sono gli adulti che con buone intenzioni realizzano programmi o strutture per i bambini, ma a volte solo l’attuale generazione desideri, bisogni e ambiente “Le nostre vite sono diverse da quelle che abbiamo da adulti.”

Chiede? Chiediglielo!

Hai qualche domanda o vorresti delle risposte? Mandaci un messaggio qui nella chat. Ogni giovedì nella newsletter Get Involved ti diciamo cosa stiamo facendo con tutte le risposte. Lo vuoi nella tua email? Allora registrati qui.