QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Le clementine italiane sono molto richieste dall’Europa orientale

“I paesi dell’Europa orientale, guidati dalla Polonia, sono i maggiori acquirenti di clementine. Gli ordini aumenteranno ulteriormente a dicembre”, ha dichiarato Daniele Martucci dell’omonima azienda italiana, specializzata nel commercio di arance e mandarini.

“Da circa 10 giorni la domanda è aumentata del 35-40%. Ora inviamo grandi quantità di clementine in Polonia, Slovacchia e Ungheria. Il nostro segreto è una cernita e un imballaggio accurati, anche se riduce il costo di 0,05 euro al kg. Un aumento rispetto al processo classico, soprattutto nell’Est Europa, per evitare qualsiasi contestazione, perché gli acquirenti sono esperti nel trovare scuse per ridurre il prezzo di acquisto dei prodotti, che è già molto basso. Citrus”, spiega Daniel Marucci.

“Dopo che i frutti sono stati raccolti dai coltivatori, viene effettuata una cernita iniziale, dove vengono selezionati tutti gli agrumi danneggiati o esteticamente non soddisfacenti. Le clementine vengono poi poste in celle frigorifere per circa 12 ore e trattate con ozono e luce ultravioletta. In una temperatura In un ambiente controllato, questi due trattamenti, insieme, possono distruggere qualsiasi agente patogeno. Solo allora le clementine vengono poste in cassette, dopodiché avviene una seconda e più accurata selezione. Poi vengono caricate sui camion”.

Griglia della coda

“Soprattutto quest’anno notiamo molto interesse per le clementine spennellate della Puglia. Finora, i paesi dell’Europa orientale si sono approvvigionati prima da Grecia e Turchia, i cui frutti non sono della migliore qualità, e più recentemente dall’Albania, regione di Saranda. “

Scatole di clementine

Martucci pensa che la situazione potrebbe cambiare dopo il periodo natalizio. Poiché i prodotti locali sono scarsi, gli acquirenti albanesi possono ordinare grandi quantità di frutta italiana. “Per noi, commerciare con l’Albania è una grande comodità. Preferiscono acquistare frutta appena raccolta senza prima trattarla. Ciò significa un enorme risparmio di manodopera ed energia per la lavorazione e la refrigerazione”, afferma il manager.

READ  In Italia il dibattito sulla guerra in Ucraina è amaro

Per maggiori informazioni:
Martini Srl
Via Ciadona,
74016 Massafra (TA) – Italia
Telefono: +39 338 2620262
martucci.export@tiscali.it
martucci.info