QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Le dimissioni di Sheryl Sandberg, numero 2 su Facebook

Sandberg ha trasformato Facebook in una macchina multimiliardaria, ma negli ultimi anni è stata coinvolta in molte controversie. Con la sua morte, Mark Zuckerberg ha perso uno dei suoi più stretti collaboratori presso Meta, la società madre di Facebook.

Sandberg (52) ha annunciato la sua partenza senza uscita mercoledì sera, poco prima della chiusura delle borse di New York. Lo ha fatto (ovviamente) con un messaggio sulla sua pagina Facebook. “Quattordici anni dopo sono morto”, ha scritto il CEO dell’azienda tecnologica. Gli ultimi anni insieme a Mark (Zuckerberg, editore) sono stati un onore e un privilegio. Mark è un vero visionario.

Sandberg dice che lascerà l’azienda questo autunno, ma continuerà a far parte del consiglio di amministrazione di Meta. Dice anche che non è ancora sicura di cosa le riserverà il futuro, ma ha intenzione di concentrarsi sul suo lavoro di beneficenza. Ha anche in programma di risposarsi quest’estate, sette anni dopo la morte del suo primo marito.

La quota di Meta è immediatamente scesa di circa il 4% dopo l’annuncio, per poi recuperare leggermente dopo.

Zuckerberg ha già annunciato mercoledì che non cercherà immediatamente un sostituto per Sandberg.

disinformazione

Sandberg è passata da Google a Facebook nel 2008, che l’anno scorso ha cambiato il nome della sua azienda in Meta. Come COO, era seconda solo al CEO Mark Zuckerberg. Inoltre, è anche conosciuta negli Stati Uniti come uno dei principali donatori del Partito Democratico.

Il duo Zuckerberg-Sandberg è riuscito a trasformare Facebook da un puro social network in un’azienda multimiliardaria. D’altra parte, è stata anche coinvolta in molte controversie. Ad esempio, secondo quanto riferito, avrebbe chiesto ai dipendenti di Facebook di indagare sulle finanze del filantropo George Soros dopo aver criticato il gigante dei social media. Nel 2018, ha dovuto testimoniare davanti al Congresso sulla disinformazione e la manipolazione che hanno circondato le elezioni presidenziali statunitensi del 2016, che alla fine hanno vinto Donald Trump.

READ  CD&V arriva con un piano in dieci punti per i consiglieri: congedo politico, istruzione permanente e status favorevole agli studenti | l'interno