QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Le grandiose ambizioni di Wouter Beek: “Agiremo …

Che differenza potrebbe fare un anno. In questo periodo lo scorso anno, Water Peak è stato al centro della tempesta, perché il Coronavirus è rimasto brutto in casa nei centri di assistenza residenziale. Dodici mesi dopo, il ministro della Salute fiammingo sta conducendo una campagna di vaccinazione di livello 5. Quindi le ambizioni sono grandi: Beke vuole che non solo tutti gli adulti, ma tutti i bambini tra i 16 ei 17 anni siano vaccinati entro l’11 luglio.

“Se vuoi vincere una guerra, devi essere logisticamente forte”, dice Beck in “De Zondag” della campagna di vaccinazione fiamminga. Questa è la più grande operazione logistica dalla seconda guerra mondiale. E perché è così importante? Perché la vaccinazione è l’unico modo per sconfiggere il virus. Tutto il resto è secondo. Ora stiamo ricevendo 100.000 iniezioni al giorno. Alla fine di questa settimana, quattro adulti fiamminghi su dieci avranno una prima iniezione “.

Secondo Peak, tutti i gruppi di età superiore ai 65 anni e i gruppi vulnerabili saranno vaccinati entro domenica 23 maggio. Allo stesso tempo la metà di tutti gli adulti sono fiamminghi. Non è un caso che siamo tra i migliori studenti della classe europea. Joe Biden vuole che il 70% degli adulti americani riceva il primo vaccino entro il 4 luglio. continuerà Giusto in tempo per arrivare l’11 luglio (Ogni singolo scatto Fleming Adult, a cura di). Se ci riuscirà, potremo trascorrere l’estate insieme “.

Sebbene anche Beke abbia ansia. “Cosa facciamo con bambini e adolescenti? Dovremmo dar loro da mangiare anche loro? Questa è una questione importante questa estate”. Con l’avvicinarsi delle vacanze estive, il ministro vuole iniziare a vaccinare i minori prima del previsto. “Posso dirti che vorrei anche che tutti i bambini di età compresa tra 16 e 17 anni fossero vaccinati entro l’11 luglio. Se le consegne continuano nei tempi previsti, dovrebbe funzionare”.

READ  WannaWork condannata a pagare mezzo milione di euro: un altro...

Dopo quella libertà deve tornare. A condizione che i ricoveri ospedalieri diminuiscano drasticamente. In altri paesi, dove la metà di loro è già stata vaccinata, stiamo anche assistendo attivamente a questa diminuzione. Supponiamo, nella prima metà di giugno, di dover tornare alla vita “normale”. Ciò significa vedere più persone, l’industria della ristorazione interna aperta, momenti di ritorno al lavoro, ecc. La vita “straordinaria”, come i festival, sarà nella seconda metà dell’estate “.