QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Le immagini satellitari mostrano le terribili conseguenze degli incendi in Europa e nei dintorni | All’estero

Immagini satellitari realistiche provenienti da Portogallo, Spagna, Francia, Grecia e Marocco mostrano l’impatto significativo degli incendi boschivi nell’ultimo mese. Migliaia di ettari sono stati distrutti e gli incendi in alcuni luoghi sono ancora fuori controllo.

La Francia, il nostro paese vicino, non è l’unico paese che quest’estate ha sofferto ondate di caldo, siccità e incendi devastanti. Diversi paesi europei, così come il Marocco e la California negli Stati Uniti, sono stati colpiti da temperature record e gravi incendi di piante che hanno distrutto migliaia di acri.

Le immagini satellitari di Planet Labs di seguito mostrano le gravi conseguenze degli incendi nel luglio 2022 intorno al Mediterraneo. Ad esempio, a La Teste-de-buch, un villaggio nella regione francese della Gironda, un paesaggio completamente verde si è trasformato in un campo pieno di cenere.


Grecia

Un’immagine satellitare della regione di Milamps a Creta mostra anche l’impatto degli incendi boschivi. Il 14 luglio il terreno era giallo, segno di vegetazione secca. Ma due giorni dopo, il 16 luglio, la maggior parte dell’area è diventata marrone scuro, bruciata dal fuoco.

La Grecia è particolarmente vulnerabile agli incendi questa estate. Oltre a Creta, furono colpite anche la regione di Atene, il Peloponneso e l’isola di Lesbo. Martedì sono scoppiati circa 60 incendi in sole 24 ore. Nel 2021 gli incendi hanno distrutto più di 100.000 ettari di vegetazione nel Paese.


Spagna

Gli stessi problemi si riscontrano anche in Spagna, dove da maggio si registrano già tre ondate di caldo eccezionali. Dall’inizio dell’anno il Paese ha subito numerosi incendi che hanno ridotto in cenere più di 200.000 ettari.

Nell’immagine satellitare qui sotto, la maggior parte della vegetazione nella regione di Salamanca era ancora verde il 1° luglio. Venti giorni dopo, le fiamme erano chiaramente molto devastanti.


Un’immagine satellitare della regione della Lira in Portogallo mostra anche una vasta area quasi completamente bruciata. Secondo uno studio pubblicato all’inizio di luglio sulla rivista Nature Geoscience, la penisola iberica non è mai stata più secca da mille anni.

Leiria, Portogallo. Paesaggio distrutto dagli incendi boschivi. © VIA REUTERS

Marocco

Anche il Marocco sta combattendo da diverse settimane temperature torride e numerosi incendi, il tutto nel contesto di siccità e inondazioni eccezionali.

Secondo il ministro dell’Agricoltura, dello sviluppo rurale, dell’acqua e delle foreste, Mohamed Seddiqi, la superficie totale colpita dagli incendi boschivi ha raggiunto i 10.300 ettari, rispetto a meno di 3.000 ettari tra gennaio e settembre 2021.


READ  La Chiesa cattolica polacca vede un'ondata di segnalazioni di abusi sui minori | all'estero