QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Le Promesse di Anderlecht hanno battuto lo Standard durante “il più importante …

Si tratta di fare i primi quattro. Questo vale non solo per Jupiler Pro League, ma anche con le promesse. I vari top club stanno dando ulteriore importanza alla competizione Under 23 in questa stagione, perché le prime quattro possono andare in 1B alla fine della stagione. È anche un motivo per cui i giocatori più importanti ottengono qualche minuto in più di gioco nell’U21 rispetto al solito. “Vogliamo davvero passare alla 1B, quindi anche i risultati di quest’anno sono molto importanti all’interno del processo più ampio”, afferma l’allenatore dei Promise Robin Feldman. “La partecipazione è altissima. Anche Francis Amouzzo, Anwar El Hajj e Sergio Gomez ora sono negli spogliatoi”.

Ad Anderlecht, Bart Verbruggen era sotto la traversa contro lo Standard e l’acquisizione estiva di Lisandro Magellan centrale in difesa. Con la prima squadra di Vincent Kompany si stanno allenando anche uomini come Zino Debast, Nils de Wilde, Kylian Sardella, Antoine Kolasin e Christian Arnstad, ma lunedì sera hanno iniziato con le promesse. Anche Marco Cana appare regolarmente nella rosa dell’U23, ma questa volta non lo è stato.

La partita dovette essere interrotta con cinque minuti di anticipo perché le mitragliatrici iniziarono improvvisamente a bagnare il terreno e nessuno riuscì a trovare il pulsante di stop. Un incidente ridicolo se si sa che i giocatori dell’Anderlecht erano ancora stupiti durante il Clasico di una buona settimana fa perché il campo dello Schlesen non era acquoso. Mercoledì sera ha visto diverse centinaia di fan entusiasti. “Non voglio ancora chiamarlo doping”, ha detto Feldman in seguito, “ma il supporto dei fan è stato molto, molto motivante”. “I sostenitori ci hanno dato una spinta”, ha aggiunto Dibast. “è stato fantastico. Speriamo che molti di noi possano presto brillare in prima squadra”.

Kolasin come centrocampista

È stata una prima occasione seria per Niels de Wilde, che ha deciso di passare al portiere dello Standard Mathieu Ipolo, che ha un passato bianconero. Alla mezz’ora è Antoine Kolasin a portare in vantaggio l’Anderlecht. “Colacino” calcia con precisione un calcio di punizione da una distanza di venti metri nell’angolo più lontano. Kolasin, che ha giocato come attaccante di alto livello due stagioni fa, è stato fondamentale anche a centrocampo contro lo Standard. Ci vogliono solo due minuti prima che un altro centrocampista, che ha fatto una buona impressione, vada a segno per 2-0 contro De Wilde. Anche Dibast è apparso nettamente centrale in difesa.

Lo Standard ha portato molto poco, ma è arrivato con una pausa in vista. Daniel Labella arriva prima con un innocuo tiro dalla distanza, poi colpisce la traversa. Dopo la pausa, il ritmo è scomparso dal gioco. Non c’era molto da fare e dovette aspettare l’ora per la sua prima piccola occasione in cui De Wilde si diresse all’Epolo. A metà del secondo tempo, Roche ha segnato il gol del piolo. Il calcio di punizione storto era insopportabile per il portiere Verbruggen.

Con qualche difficoltà, l’Anderlecht è rimasto in piedi, e quindi anche imbattuto. Dopo quattro partite, ha ancora il massimo dei punti. Il Viola&Bianco al momento non è leader, perché il Genk ha giocato un’altra partita e ne conta quindici su quindici. “I tifosi hanno creato una tensione positiva. Il primo tempo è stato molto buono. Dopo è stato meno. Noi siamo così veri”, ha detto in seguito il capitano Theo Leone.

READ  Paura di aspettare il controllo della caviglia: Romelu Lukaku zoppica di lato dopo un forte contrasto | Il terzo turno di Champions League

Squadra principale dell’Anderlecht: Verbruggen, Magallan, Debast, Sardella, Mehssatou, Arnstad, De Wilde, Leoni, Stassin, Colassin, Stroykens

Ecco il contenuto elencato da una rete di social media che si desidera scrivere o leggere i cookie. Non hai dato il permesso per questo.