QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Le scansioni TC dovrebbero rendere COVID-19 più curabile e prevedibile

La migliore previsione del decorso della malattia

Ciò contribuisce a un trattamento più mirato e rapido dei pazienti malati e a una migliore previsione del decorso della malattia, della guarigione e dei disturbi a lungo termine. ZonMw ha fornito un sostegno finanziario di circa 800.000 euro per questa ricerca.

Cooperazione degli ospedali accademici olandesi

Scienziati di tutti gli ospedali accademici olandesi, VieCuri Medical Center e Zuyderland Medical Center stanno lavorando insieme a questa ricerca coordinata da Maastricht UMC+.

in lavorazione

Nei primi giorni dell’epidemia, i pazienti COVID sono stati trattati solo con terapia di supporto come ossigeno o ventilazione. Successivamente, è stato scoperto che gli antinfiammatori e i farmaci che sopprimono il sistema immunitario hanno un effetto positivo, ma alcuni di questi farmaci sono costosi o hanno effetti collaterali spiacevoli. Viene somministrato solo a pazienti molto gravemente malati, che, tuttavia, non rispondono bene a tutti. È quindi importante effettuare una stima accurata dei pazienti che beneficeranno di questo farmaco, in modo da evitare il ricovero in terapia intensiva.

Assegna gruppi di pazienti

I ricercatori stanno ora cercando di determinarlo correlando le informazioni delle scansioni TC di quasi 1.000 pazienti COVID-19 con decorso della malattia, valori di laboratorio, durata della degenza, tipo di trattamento e complicanze. A tale scopo, vengono principalmente utilizzate le informazioni sui pazienti delle onde precedenti, ma viene anche studiato se i risultati sono applicabili ai pazienti nell’onda corrente, che spesso sviluppano la variante dell’omicron. In questo modo, i ricercatori sperano di fornire informazioni su come è possibile effettuare scelte precoci per la terapia mirata sulla base di una TAC.

Scanner TC

Uno scanner CT è una macchina a raggi X in cui un tubo a raggi X ruota attorno a un paziente e quindi “fotografa” il paziente. Le sezioni trasversali o “fette” della parte del corpo sottoposta a scansione vengono calcolate da queste informazioni. Insieme, queste fette costituiscono una scansione TC. I medici utilizzano questi test per diagnosticare e valutare il decorso della malattia e per migliorare il trattamento. Una scansione TC dei polmoni può mostrare anomalie tipiche di COVID-19 e fornire informazioni sulla gravità di queste anomalie.

READ  La vaccinazione riduce del 90% il rischio di gravi complicanze del COVID nei bambini

profetizzare

Una scansione TC fornisce anche informazioni sulla massa muscolare, la qualità muscolare e la massa e la distribuzione del tessuto adiposo. Queste informazioni aggiuntive sono rilevanti per le condizioni generali del paziente, il decorso della malattia e il carico percepito della malattia. Per questo – oltre ai dati del sondaggio di ammissione – vengono analizzate anche le scansioni a tre mesi e un anno dalla diagnosi. In questo modo, gli scienziati sperano di determinare cosa significano i risultati della TAC al momento del ricovero, i cambiamenti nella fase di recupero e il successivo decorso della malattia e qualsiasi disturbo a lungo termine.

Reclami a lungo termine

Circa il 10-20% dei pazienti affetti da COVID-19 ha disturbi di vecchia data che compromettono gravemente la vita quotidiana. È quindi essenziale un approccio su misura a questi reclami. Pertanto, i risultati della TC vengono confrontati dopo almeno 1 anno con un esame medico completo costituito da misurazioni della funzione polmonare, della funzione muscolare, della capacità di esercizio e del profilo di rischio cardiovascolare in modo che disturbi come mancanza di respiro, affaticamento e ridotta qualità della vita possano essere migliori inteso.

Un nuovo tipo di esame

In questo progetto è inclusa anche una parte demo. Per alcuni pazienti, i ricercatori eseguiranno un nuovo tipo di scansione, chiamata scansione FAPI PET/TC. Questo esame può determinare se le anomalie osservate dopo diversi mesi di recupero sono dovute a un’infiammazione persistente oa cicatrici precoci nei polmoni. Ciò offre nuove informazioni sul trattamento dei disturbi e delle anomalie residue a pochi mesi dalla dimissione.

Pianificazione

Le indagini sono iniziate il 1 settembre 2021 e dureranno due anni. I primi risultati di ricerca sono attesi nel 2022.

READ  I bambini di età compresa tra 16 e 18 anni ad alto rischio medico riceveranno presto il primo vaccino