QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Le ultime parole di Kevin De Bruyne prima della sfida contro la Francia: “Abbiamo qualità che gli fanno male”

Le ultime parole di Kevin De Bruyne prima della sfida contro la Francia: “Abbiamo qualità che gli fanno male”

Pioniere, leader e portavoce ufficiale. Se c’è un Red Devil che non può essere incolpato per questo torneo, è Kevin De Bruyne, altrimenti non dovresti essere d’accordo con la sua reazione post-Ucraina. Prima del confronto contro la Francia, l’ultima parola del capitano è stata: “Hanno alcuni aspetti negativi”.

Tra la fase a gironi e quella a eliminazione diretta, il capitano Kevin De Bruyne ha avuto il tempo di parlare con la stampa. Il rapporto tra la squadra e i suoi tifosi era ancora uno dei principali argomenti di discussione.

“La situazione non era bella”, ha aperto De Bruyne. “Certo che vieni criticato se non raggiungi il livello. Ma se fai tutto quello che puoi nel nostro lavoro, quello è il minimo, ma anche il massimo.”

In quel momento non ero d’accordo con le cose che vedevo.

Kevin De Bruyne

Nei minuti finali e al termine della partita, i Red Devils si sono divertiti con un concerto di flauto. De Bruyne lo capisce fino a un certo punto.

“La gente può aspettarsi che giochiamo a calcio ai massimi livelli, ma a volte le squadre sono brave e hanno un piano per fermarci”.

Il Belgio ha avuto solo poche grandi occasioni contro l’Ucraina. “Secondo me, l’Ucraina è stata di gran lunga la migliore tra le tre squadre contro cui abbiamo giocato”, ha detto De Bruyne. “Qualità e squadra”.

Dopo il concerto di flauto i suonatori non vengono più a salutare il pubblico. “In quel momento non ero d’accordo con quello che vedevo. Abbiamo risposto da squadra e così è stato”.

READ  Un pareggio a Leverkusen non basta al Brugge per vincere il girone | UEFA Champions League 2022/2023

De Bruyne in conversazione con Robin van Gucht

Pochi chilometri, tanta fatica

In termini di chilometraggio, i Red Devils sono quasi in fondo alla classifica. Cosa dice questo sugli sforzi belgi?

“Dipende tutto dallo stato della partita”, ha spiegato De Bruyne. “Dipende dal sistema di gioco e da come gioca l’avversario”.

“Se un giocatore non corre, si fa davvero notare. Non mi è sembrato che un giocatore abbia mostrato meno impegno dell’altro”.

“Ognuno ha compiti diversi”, spiega De Bruyne. “Si producono meno metri per una massa inferiore”.

Il sistema di gioco cambia in base a ciò che accade durante la partita.

Kevin De Bruyne

Molto inchiostro è stato versato anche sul sistema di gioco belga. “Le normative cambiano costantemente”, afferma il capitano.

“Hai un sistema base, ma viene modificato in base a quello che succede in partita. Dipende dagli spazi a disposizione”.

De Bruyne lo spiega con un esempio. “Abbiamo giocato con tre sistemi contro l’Ucraina”.

“Come giocheremo contro la Francia? Dipende un po’ da cosa ha in mente l’allenatore”.

L’Ucraina era una forte rivale per i Red Devils.

Un’altra Francia

Infine, De Bruyne ha espresso la sua visione per la nazionale francese. Secondo lui è difficile giocare con la nazionale francese.

E aggiunge: “Tutti sanno che la Francia può schierare tre squadre di qualità. L’allenatore farà un piano e noi lo realizzeremo al meglio delle nostre possibilità”.

C’è fede tra i belgi? “Abbiamo qualità che li feriscono, ma sappiamo che hanno qualità ovunque”.

READ  Sporza protagonista del Giro delle Fiandre: la nostra giuria sceglie questi Jolly | Un giro delle Fiandre

La Francia gioca con più possesso palla di prima.

Kevin De Bruyne

“Hanno alcuni aspetti negativi”, afferma De Bruyne. “Ma in una partita possono succedere cose che possono rendere le cose difficili”.

“Loro sono una squadra a cui piace giocare in contropiede, anche se hanno un po’ più possesso palla rispetto a prima. Possiamo fargli male in contropiede. Poi dobbiamo essere difensivi”.

I rigori sono sempre un’opzione in una partita ad eliminazione diretta. Uno specialista come De Bruyne dovrebbe allenarsi per questo?

“Ho sbagliato anche i rigori, quindi non posso dire qui che li segnerò tutti, perché non l’ho mai fatto in carriera”.

Imparentato: