QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’entità dell’ondata influenzale è paragonabile all’epidemia di influenza acuta nel 2018 | l’interno

Gli esperti del RIVM hanno annunciato questo mercoledì sulla base dei dati delle stazioni dei ranger Nivel GP e dei laboratori ospedalieri, tra le altre cose. Entrambi hanno mostrato una tendenza al rialzo dall’inizio dell’epidemia nell’ottava settimana. Il virus di tipo A è il virus più comune. “Le persone vanno ancora spesso dal medico, ma quando vanno, viene presa molta influenza”, afferma l’epidemiologa Rianne Van Gageldonk.

È difficile prevedere se si muoverà davvero nella direzione della pandemia del 2018, afferma il virologo Adam Meijer. Può aumentare per un breve periodo e poi spegnersi rapidamente, ad esempio a causa di condizioni come il bel tempo. Ma può anche durare per settimane. D’altra parte, il virus RS è apparso anche durante l’estate e l’autunno dello scorso anno; Un clima favorevole non significa necessariamente che il virus non abbia alcuna possibilità”.

Gli esperti affermano che gli ospedali accolgono sempre più pazienti influenzali, ma non è un problema che non ci siano abbastanza letti o che i pazienti vengano trasferiti in altri ospedali. Il vaccino antinfluenzale somministrato alle persone per cui è stato richiesto è efficace al 30%, proprio come gli altri anni. Dopo la vaccinazione antinfluenzale, le persone sono protette per circa sei mesi. Non ci sono dati che mostrino una migliore protezione dopo una seconda vaccinazione (di richiamo) nella stessa stagione. In media, una persona contrae l’influenza una volta ogni 10 anni.

L’influenza è iniziata alla fine di quest’anno, siamo all’ottava settimana e ora siamo alla sedicesima. Forse si riferisce all’emissione di procedure. Gli esperti non sanno quando riprenderà il ciclo “normale” dell’influenza; Di solito inizia a novembre dell’anno.

READ  Ancora registrazioni per bypass gastrico, la lista d'attesa continua - Radar