QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’epidemia di corona in Cina colpisce ancora la carenza globale di chip | economia

Xi’an è da giorni sotto stretto isolamento. micron E ha confermato in un comunicato che sta adottando “misure appropriate” per ridurre il rischio del virus in fabbrica in modo che i lavori possano continuare. Ciò riguarda i test corona in loco, le regole per il mantenimento della distanza fisica e la riduzione temporanea del numero di dipendenti che lavorano contemporaneamente. L’azienda americana ritiene che alla fine sarà in grado di soddisfare la maggior parte della domanda dei propri clienti.

L’annuncio di Micron segue notizie simili in precedenza da un importante concorrente Elettronica Samsung. Il gruppo sudcoreano ha anche affermato che la produzione nella città cinese sarebbe stata colpita. Le due società sono tra i maggiori produttori di chip di memoria. Sono utilizzati in molti dispositivi, dagli smartphone ai supercomputer.

I problemi rappresentano una battuta d’arresto per il settore dell’elettronica così come per le case automobilistiche. C’è stata una carenza globale di semiconduttori per mesi. Ciò è in parte dovuto all’aumento della domanda di laptop e altri dispositivi elettronici durante i precedenti blocchi del coronavirus. A peggiorare le cose, i produttori di chip hanno effettivamente ridotto la loro capacità per alcuni tipi di chip negli ultimi anni, perché all’epoca la domanda era piuttosto debole. Gli esperti in precedenza hanno affermato di temere che la carenza di chip possa durare per un po’.

READ  Sempre più aziende mettono in guardia sugli scaffali vuoti negli Stati Uniti...