QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’esercito del Burkina Faso libera più di sessanta rapiti, bambini e neonati | All’estero

Venerdì i soldati in Burkina Faso hanno rilasciato 66 donne e bambini che erano stati rapiti da bande armate una settimana prima. Secondo la televisione di stato nel Paese dell’Africa occidentale, c’è stata un’operazione militare, ma non sono stati rivelati ulteriori dettagli.

La scorsa settimana, 27 donne e 39 bambini, tra cui quattro bambini, sono stati rapiti vicino alla città di Arbinda, nel nord del Paese. Si ritiene che siano stati catturati dagli insorti jihadisti mentre cercavano cibo vicino ai loro villaggi.

Da allora, le forze di sicurezza hanno cercato il gruppo, che alla fine è stato trovato a 200 chilometri a sud. Dopo la loro liberazione, le donne ei bambini sono stati trasportati in elicottero nella capitale, Ouagadougou. Lì vengono interrogati nella speranza di ottenere maggiori informazioni sui loro rapitori.


citazioni

Per combattere il jihad, il governo fa appello alle milizie volontarie. Sono spesso accusati di violare i diritti umani.

rivolta jihadista

È noto che il rapimento avvenuto la scorsa settimana è il più grande a cui il Paese abbia assistito. Dal 2015, il Burkina Faso, colpito dalla povertà, è alle prese con una rivolta jihadista proveniente dal vicino Mali. Il Paese combatte da anni tra jihadisti e governo. La violenza ha portato a un clima politico instabile: l’anno scorso si sono verificati due colpi di stato.

I gruppi per i diritti umani affermano che da quando il capitano Brahim Traoré ha preso il potere nel settembre dello scorso anno, la violenza è aumentata contro i residenti che aderiscono all’Islam e sono sospettati di simpatizzare con il jihadismo. Per combattere il jihad, il governo fa appello a decine di migliaia di volontari per formare milizie. Sono spesso accusati di violare i diritti umani.



READ  Uragano Henry a New York: il governatore dichiara lo stato di emergenza