QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Let’s Go Urban è stato ufficialmente dichiarato fallito

Il tribunale della società ad Anversa ha dichiarato il fallimento di Let’s Go Urban (LGU), il progetto giovanile di Anversa, il deputato fiammingo Siham Al Kawakibi. Anime Moines e Benjamin Vande Castiel sono stati nominati coordinatori.

Annemie Moens è già stata nominata amministratore ad interim e in questa veste ha presentato istanza di fallimento del progetto LGU Youth and Dance. visto attraverso Una montagna di debiti oltre 200.000 euro La fine della cooperazione con (e dalla) città di Anversa non è più una soluzione per l’organizzazione no-profit.

Insieme al suo assistente coordinatore Benjamin Vande Castelli, ora si occuperà della bancarotta, esaminerà le richieste dei creditori, risponderà alle domande dei servizi di ispezione, svolgerà indagini penali sui fondi di sostegno, ecc. Anche Siham Al-Kawakibi sarà invitato per un’intervista. “Vedremo come reagirà. Nel frattempo, continuiamo a risolvere il disastro che è diventata la LGU”, afferma il curatore Moens. Belga.

La montagna di debiti della LGU potrebbe aumentare, ad esempio, se la città di Anversa e delle Fiandre ripristinasse i suoi sussidi alla LGU. Il sindaco di Anversa Bart de Wever (N-VA) ha già chiarito che questa è l’intenzione. Un audit della città di Anversa ha mostrato che € 258.000 in sovvenzioni agli investimenti e € 120.000 in sovvenzioni operative potrebbero essere stati utilizzati in modo errato.

Il 24 giugno il tribunale della società di Anversa ascolterà la causa per bancarotta contro WannaWork, un’altra società fondata da Siham Al-Kawakibi. lui è onesto Punto di fallimento annunciato in precedenzaJJ House, la società che gestiva il sito dell’evento, ha presentato istanza di fallimento contro WannaWork. Secondo il curatore fallimentare, la società ha ancora debiti con Point Urbain. Su sua richiesta, è stato precedentemente nominato un amministratore temporaneo per WannaWork.

READ  Entra in vigore il divieto europeo sulla plastica: addio a cotton fioc e tamponi...

“Il curatore fallimentare ha intentato due cause contro WannaWork: una per liquidazione del conto corrente e una per bancarotta”, afferma il giudice della stampa Frank Finkens. Una decisione su questa richiesta di discarico sarà presa il 17 giugno e il fallimento sarà discusso il 24 giugno. Nel frattempo è ancora in corso un’indagine giudiziaria con il parlamentare fiammingo Kawakib e l’ente locale.