QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’Europa approva l’acquisizione di Thalys da parte di Eurostar | Economia

Martedì la Commissione europea ha dato il via libera all’acquisizione da parte della compagnia ferroviaria francese SNCF della compagnia franco-belga Thalys. Ad oggi, Thales è stata anche sotto il controllo di NMBS.

Secondo la commissione, l’acquisizione non distorcerà la concorrenza “a causa dell’impatto molto limitato sulla struttura del mercato”.

L’acquisizione fa parte di una fusione tra Thalys, con sede in Belgio, ed Eurostar, che è già controllata da SNCF. Nel tempo, il marchio Thalys scomparirà e rimarrà solo Eurostar.

Thalys attualmente gestisce le linee ad alta velocità tra Francia, Belgio, Paesi Bassi e Germania. Eurostar collega Regno Unito, Francia e Paesi Bassi tramite il Tunnel della Manica.

La fusione tra le due compagnie ferroviarie era già stata annunciata nel 2019, ma è stata posticipata a causa della crisi del Corona. Nell’autunno del 2021, il progetto ha preso nuova vita. La nuova società avrà sede a Bruxelles. SNCF sarà l’azionista di maggioranza e SNCB gestirà il 18,5% delle azioni.

Il progetto si chiama Green Speed ​​e collegherà cinque paesi e 245 milioni di persone con Francia, Regno Unito, Belgio, Germania e Paesi Bassi. Le due società hanno ora un totale di 2.300 dipendenti e un fatturato cumulato di 1,5 miliardi di euro.

READ  Il giudice istruttore ha presentato appello in via definitiva al caso Optima