QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’Europa invita i Paesi a vaccinare più velocemente: “Altrimenti farà…

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) chiede ai paesi europei di vaccinare più rapidamente ora che si prevede che la variante delta causerà il 90% delle infezioni entro la fine di agosto.

Gli individui che hanno ricevuto solo una iniezione rimangono a rischio di infezione e ricovero in ospedale poiché è probabile che la variante si diffonda tra la popolazione più giovane quest’estate. Così ha detto Andrea Ammon, direttore del centro. Non una buona notizia, ora che molti Stati membri stanno valutando il rilassamento.

Leggi anche. Dopo quattordici giorni di grande relax, i numeri dell’aura continuano a calare in modo spettacolare: “solo un intoppo” (+)

Il modello del Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (ECDC) prevede che senza mantenere le attuali misure Corona e accelerare le vaccinazioni, è probabile che affronteremo una nuova ondata di infezioni, decessi e ricoveri simili allo scorso autunno.

Ammon ha detto ai residenti più giovani che non avevano ancora ricevuto una vaccinazione completa di attenersi rigorosamente alle regole sulla distanza.

Secondo gli ultimi dati dell’ECDC, il 33,9 percento degli adulti in Europa è completamente vaccinato. Il 57,1% aveva già ricevuto almeno una dose.

“La variante delta è più contagiosa delle altre varianti e stimiamo che entro la fine di agosto questa variante sarà responsabile del 90% di tutte le infezioni da SARS-CoV-2 nell’UE”, ha affermato Amon. “Purtroppo, i dati preliminari mostrano che la variante può colpire anche le persone che hanno già ricevuto una singola dose del vaccino”.

La notizia positiva è che due dosi di tutti i vaccini disponibili in Europa “forniscono un’elevata protezione contro questa alternativa e le sue conseguenze. Ma il 30% delle persone con più di 80 anni e circa il 40% delle persone con più di 60 anni non sono ancora state completamente vaccinate”.

READ  Gli scienziati dei vaccini contestano che il tasso di vaccinazione sia del 90 percento