QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’ex ministro della giustizia cinese condannato all’ergastolo per corruzione | All’estero

L’ex ministro cinese della giustizia Fu Zhenghua, 67 anni, è stato condannato a morte giovedì. Lo ha annunciato il Tribunale ordinario del popolo a Changchun, capitale della provincia nord-orientale di Jilin. La pena è stata commutata in ergastolo.

L’ex ministro Zhenghua, che ricopriva anche una posizione di rilievo nella polizia ed era viceministro della pubblica sicurezza, iniziò la sua carriera come semplice ispettore a Pechino. È stato uno dei politici caduti più importanti degli ultimi cinque anni.

Coincidenza o meno, il momento di pronunciare il verdetto arriva poco prima dell’inizio del congresso del PCC a metà ottobre. Il presidente Xi Jinping cerca un terzo mandato come leader del partito.

17 milioni di euro

La corte ha affermato che Xinghua è stato ritenuto colpevole di “aver accettato una tangente” e di “aver ignorato la legge nel proprio interesse e in quello dei suoi cari”. Dal 2005 al 2021, secondo la corte, Zhenghua ha utilizzato le sue varie funzioni per “aiutare” individui e aziende a aggirare la legge a pagamento.

“Ha ricevuto un totale di oltre 117 milioni di yuan da materiali illegali, direttamente o tramite i suoi parenti come intermediari”, ha affermato la corte. Questo ha trasferito circa 17 milioni di euro. Il tribunale lo ha anche condannato per aver coperto le attività criminali del fratello.

È sfuggito alla pena di morte

Zhenghua è stato condannato a morte con una tregua di due anni. Dopo di che, la sentenza sarà commutata in ergastolo, senza possibilità di rilascio anticipato, afferma il tribunale. Zhenghua sarebbe sfuggito alla pena di morte perché ha confessato e ha collaborato con la polizia su altre questioni.

READ  Le immagini mostrano il momento in cui l'esperimento è andato completamente storto: 18 feriti in un'esplosione al Festival spagnolo della scienza | Notizia

Xi Jinping ha lanciato una campagna anticorruzione quando è entrato in carica nel 2013. Almeno un milione e mezzo di persone sono già state condannate. Oltre a Zhenghua, mercoledì sono stati incriminati diversi funzionari della sicurezza.

Leggi anche:

La Cina avvia un’indagine per corruzione contro l’ex ministro della giustizia

Un influencer cinese è scomparso tre mesi dopo aver preparato una torta da un carro armato in piazza Tienanmen

Atteso rapporto Onu: la Cina viola i diritti umani nello Xinjiang