QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’ex primo ministro Netanyahu punta a una vittoria esigua alle elezioni israeliane

I 30 seggi del Likud fanno di Netanyahu un altro candidato alla carica di primo ministro. Ma per rivendicare veramente il potere, Netanyahu deve prima persuadere alcuni altri partiti a unirsi a una coalizione. Netanyahu guarda principalmente ai partiti religiosi e di estrema destra.

Il Partito Sionista Religioso, un partito impegnato ad occupare più terra nei territori palestinesi, è uno di quei partiti. I sondaggi d’opinione mostrano che questo partito diventerà il terzo partito più grande in Israele, con 14 seggi. Insieme a Shas, United Yehuda Touh e al Partito Sionista Religioso, il Likud potrebbe ottenere una maggioranza esigua e riportare Netanyahu al trono.

Tuttavia, il blocco anti-Netanyahu guidato da Lapid sembra perdere. Con 23 seggi, il partito di Lapid da solo è più piccolo di quello di Netanyahu, ma anche se aggiungi i seggi degli alleati politici nel blocco centrale, non otterrai il numero di seggi necessari per ospitare il blocco di estrema destra di Netanyahu per giocare. . Tuttavia, l’esito non è ancora certo. I risultati per i partiti appena al di sopra o al di sotto della soglia elettorale del 3,25% sono ancora in sospeso. Varcando la soglia elettorale, come partito in Israele, vieni premiato con quattro seggi parlamentari, il che può avere conseguenze anche per altri partiti o blocchi.

READ  Turchia: Russia e Ucraina vicine all'accordo