QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’influenza suina africana è ormai endemica in Italia

Impatto umano

Non è ancora chiaro cosa abbia portato il virus nell’Italia continentale. Viene dalla Sardegna o dalle parti inquinate dell’Est Europa? “È vero che l’inquinamento è molto lontano dalle attuali aree colpite. Un’altra domanda è da quanto tempo questa malattia è presente in Piemonte. Al momento non ci sono informazioni in merito.

La malattia continua a diffondersi

Questo nuovo caso nel panorama italiano è un’indicazione che la malattia non è stata facilmente fermata. Secondo l’Agenzia europea d’informazione sulle malattie degli animali (ADIS), il numero di focolai di influenza suina africana nei cinghiali domestici e selvatici in Europa è aumentato rispetto all’anno precedente.

In totale, l’ADIS è calcolato per il 19 dicembre 2021 1.844 focolai nei suini domesticiSi tratta di quasi 600 eruzioni in più rispetto al 2020 e quasi molte di più rispetto a 1.908 eruzioni nel 2019. Oltre alle eruzioni in Italia e Polonia, ci sono state anche eruzioni in Romania, Bulgaria, Estonia, Lettonia, Moldavia, Serbia, Slovacchia e Ucraina.

I diagrammi seguenti mostrano come l’influenza suina africana si sia diffusa in tutta Europa negli ultimi anni. Il numero dei contagi è aumentato esponenzialmente sia nei suini domestici che nei cinghiali. Nel 2013 c’era un solo Paese (l’Italia) con contagi, mentre nel 2020 quel numero era salito a 14 (nel cinghiale). Alla fine del 2021 erano coinvolti 12 paesi, poiché il Belgio è stato dichiarato indenne dall’influenza suina africana.

READ  L'Italia deve ancora ridurre la sua fuga di cervelli