QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’ingiusto licenziamento ‘Orange’ di un uomo in vacanza in Italia

Ciò risulta dalla recente sentenza del Tribunale di Amsterdam.

Il sessantenne dipendente GVP lavora per un’azienda di trasporti dal 1992. Il cosiddetto “Centro di controllo delle operazioni” ospita anche le stazioni della metropolitana e della metropolitana leggera, nonché l’I.J. Controlla anche la stazione degli autobus sul lato attraverso gli schermi.

Disturbo

Ci sono stati problemi con il funzionamento umano dal 2016. Continua a lamentarsi dell’atteggiamento lavorativo e della discriminazione dei colleghi. Anche i colleghi si lamentano di lui.

Il numero di denunce aumenterà nel 2019. Il GVP rileva che ci sono conflitti regolari con i colleghi, mancato rispetto degli accordi e non molto. Nel settembre dello stesso anno, l’uomo segue un corso di comunicazione su sollecitazione ea spese del suo datore di lavoro.

non può

Ciò non impedisce al dipendente di essere idoneo al lavoro nell’ottobre 2019 a causa di reclami per stress. Entro l’inizio del 2020, l’uomo inizierà i lavori di riorganizzazione, ma anche questo sarà difficile.

Ad esempio, il dipendente pensa che dovrebbe andare a lavorare presto e mette costantemente in discussione il consiglio del medico aziendale. GVP si lamenta della sua mancanza di accesso.

Ultima possibilità

Alla fine dello scorso anno, l’azione era quasi finita. A novembre, il Gvp ha sospeso l’uomo e lo ha minacciato di congelamento degli stipendi. La persona dice che i suoi “occhi sono aperti” e vuole finalmente avere una possibilità.

Gli viene data questa opportunità. Il 9 dicembre, il GVP gli ha inviato una lettera invitandolo a discutere la questione il 22 dicembre. Il 15 dicembre, il suo supervisore gli invia una domanda per questo.

READ  'Fantastico': Spiti, Brunei guidano l'Italia alla partita di Coppa

Vacanze

Ma l’uomo sembra essere partito per l’Italia il 1 dicembre con la conoscenza del suo datore di lavoro. In tal caso, a quel paese si applicherebbe il “Codice arancione”. Ciò significa che i viaggiatori della zona devono essere isolati per dieci giorni al ritorno nei Paesi Bassi.

Dopo aver studiato l’applicazione del dipendente GVP, tornerà presto nei Paesi Bassi. Ma a causa dell’isolamento forzato, non poteva essere all'”ultimo incontro possibile”. Quella fu l’ultima goccia per il suo capo.

Persa l’ultima occasione

All’inizio di gennaio ha detto al dipendente GVP che aveva perso la sua ultima possibilità e che sarebbe andato in tribunale per licenziarlo. Secondo il capo, l’uomo sapeva che avrebbe potuto avere un’ultima possibilità e ha corso un rischio consapevole con la sua vacanza in una zona arancione.

Nonostante anni di storia di problemi e il fitto fascicolo che il datore di lavoro ha creato su questo, un giudice del tribunale di Amsterdam Nessuna luce verde Prima di essere licenziato.

Licenziamento ingiustificato

Considerando la complessa storia lavorativa, la Sub-Corte comprende che il GVP richiede che l’approccio al lavoro dei dipendenti sia notevolmente migliorato. Ma secondo il giudice, non era giusto che la persona avesse perso la sua ultima occasione perché non era stata informata della conversazione in modo tempestivo e doveva essere isolata.

Il GVP dovrebbe consentire all’uomo di tornare al lavoro. Questa mattina non è stato possibile raggiungere la società di trasporti per un commento. Non è stato possibile raggiungere l’avvocato del dipendente per un commento.