QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’Isis invita i suoi sostenitori a compiere nuovamente attacchi in Europa

© BELGAIMAGE

La rete terroristica dello Stato islamico ha dichiarato domenica che avrebbe vendicato il suo ex leader che è stato ucciso a febbraio, invitando allo stesso tempo i suoi sostenitori a usare la guerra in Ucraina per lanciare nuovamente attacchi in Europa. .

ltofonteBELGA

Il 3 febbraio, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha annunciato l’uccisione dell’ex leader dell’ISIS Abu Ibrahim al-Hashemi al-Quraishi. L’uomo si è fatto esplodere durante un’operazione delle forze speciali statunitensi nel nord-ovest della Siria, un’area controllata dai jihadisti. L’organizzazione terroristica ha confermato la sua morte, insieme a quella dell’ex portavoce del gruppo, il 10 marzo.

L’attuale portavoce dell’ISIS ha annunciato domenica la campagna di vendetta in un messaggio audio su Telegram. La rete ha anche invitato i suoi seguaci a riprendere gli attacchi in Europa utilizzando la “crociata” in riferimento all’invasione russa dell’Ucraina.

Leggi anche. Sorpresa: all’improvviso Salah Abdeslam chiede perdono alle vittime degli attentati di Parigi (+)

esiste ancora

Abu Hassan al-Hashimi al-Quraishi, il nuovo leader dell’organizzazione radicale sunnita – e il terzo del gruppo dalla sua creazione – finora non è riuscito a impressionare. Dopo una fulminea ascesa nel 2014 in Iraq e nella vicina Siria e la conquista di vaste aree, lo Stato Islamico ha assistito al crollo del suo “califfato” attraverso successivi attacchi in questi due Paesi, rispettivamente nel 2017 e nel 2019.

Tuttavia, lo Stato Islamico è ancora presente in Iraq e in Siria. Secondo un rapporto delle Nazioni Unite pubblicato lo scorso anno, il gruppo jihadista avrà “un totale di 10.000 combattenti attivi” in entrambi i paesi.

READ  uno sguardo. Viaggio horror con 70 ragazzi ubriachi a Ibiza | uno sconosciuto