QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’Italia potrebbe essere al blocco di Pasqua, ma la festa è in mare

Via MSc Grantiosa (AB) – Italia Questa Pasqua potrebbe essere bloccata da un grave coronavirus, è vietato viaggiare tra le regioni e la nuova discarica. Ma a pochi chilometri di distanza, gli ospiti a bordo della linea di crociera MSC Grandioza brillano di musica latina sul ponte e sorseggiano cocktail a bordo piscina.

Uno dei paradossi delle chiuse che coprono hotel e resort in tutto il mondo, Grandiosa compirà un viaggio di sette notti attraverso il Mediterraneo quest’inverno, l’unica nave ammiraglia dell’industria marittima globale.

Le navi hanno cercato di elencare un curriculum con i protocolli antivirus più severi approvati dalle autorità italiane come curriculum per l’epidemia di Grandiosa dopo che sono diventate le prime fonti dell’epidemia di coronavirus più popolare, che cerca di creare una “bolla di salute” a bordo.

I passeggeri e l’equipaggio vengono testati prima e dopo il viaggio. Gli ordini di maschere, i test di temperatura, gli orologi di rilevamento del contatto e la pulizia frequente della nave sono progettati per prevenire l’esplosione. I passeggeri dall’estero devono arrivare con un test COVID-19 negativo effettuato entro 48 ore dalla partenza, e solo i residenti di Schengen in Europa e Romania, Croazia e Bulgaria possono effettuare prenotazioni in base alle polizze assicurative COVID-19.

Mercoledì Grandioza è partito dal porto italiano di Civitaveccia per il suo viaggio pasquale settimanale, con la sua capacità di 6.000 passeggeri di 2.000, previsto per il ritorno al porto di Genova a La Valletta, Napoli e Malta.

Sebbene il virus sia ancora una preoccupazione attuale, i viaggiatori hanno accolto con favore la naturalezza determinata dalla libertà di mangiare in un ristorante o di sedersi a bordo piscina senza maschera.

“Dopo un anno di moderazione, abbiamo pensato di poterci prendere una settimana di ferie e rilassarci”, ha detto Stefania Battistoni, un’insegnante di 39 anni e madre single che ha guidato tutta la notte da Bolzano, nel nord Italia. Figli e madre salgono sul viaggio.

READ  Zero Immobile: 'Italia pronta per l'Europeo' - Raimundo

L’epidemia ha ridotto il numero di crocieristi in tutto il mondo da 30 milioni nel 2019 a 350.000 da luglio 2020, secondo Cruise Lines International, la più grande associazione mondiale dell’industria marittima. Attualmente, ci sono meno di 20 navi che operano in tutto il mondo, una piccola frazione delle 270 navi dei membri CLIA.

Gli Stati Uniti potrebbero essere tra gli ultimi mercati marittimi a riaprire, non fino all’autunno, non prima del 2022 in Alaska. Due navi da crociera Royal Caribbean, che di solito partono da Miami, volevano lanciare navi dai Caraibi a giugno, dove i governi sono desiderosi di rinnovare le loro economie basate sul turismo.

La portavoce del MSc Lucy Ellis ha detto che c’è stato un aumento dei casi di virus positivi sulle navi MSC, specialmente durante l’ondata di caduta.

“La cosa importante è che non siamo mai esplosi”, ha detto. Grantiosa dispone di un centro medico con strutture per test molecolari e antigene e un ventilatore.

Ulteriori stanze sono state riservate per isolare i casi sospetti di virus. A causa della presenza dei polsi di contatto, se un viaggiatore risulta positivo, il personale medico sarà in grado di identificare chiunque sia in contatto. Una volta che la situazione è chiara, chiunque sia positivo verrà trasferito a riva.

Secondo una società di consulenza indipendente, Permello Azami & Partners, 23 casi di Covid-19 sono stati confermati sulle navi da quando il settore ha iniziato il suo riavvio temporaneo la scorsa estate, con un tasso di infezione dei passeggeri dello 0,006%.

Ma i critici del settore marittimo affermano che il rischio non vale la pena e che le compagnie di navigazione devono porre fine all’epidemia per affrontare le problematiche ambientali e lavorative di lunga data del settore.

READ  Centinaia di case sono ora in vendita in questo villaggio italiano ...

Jim Ace, del gruppo ambientalista Stand Earth, membro del Global Cruise Activist Network, ha dichiarato: “Tutte le grandi navi da crociera bruciano grandi quantità del carburante più economico disponibile. “Le compagnie di navigazione da crociera potrebbero aver utilizzato lo sciopero COVID per compensare il loro impatto sulla salute pubblica e sull’ambiente. Invece, hanno smantellato alcune delle loro navi più vecchie e raccolto fondi per sopravvivere”.

I viaggiatori hanno approfittato dell’opportunità di godersi le attività che sono state chiuse per un anno in Italia e in gran parte dell’Europa: un teatro, cibo al ristorante, shopping duty-free e musica dal vivo nei bar.

Il resto d’Italia va di nuovo in blocco durante il fine settimana di Pasqua, con negozi chiusi e ristoranti e bar portati via solo per cercare di ridurre le esplosioni delle vacanze. Inoltre, il governo italiano ha imposto un isolamento di cinque giorni alle persone che entrano da altri paesi dell’UE nel tentativo di impedire i viaggi di Pasqua.

“Dopo così tante restrizioni e chiusure a lungo termine, possiamo dire che questa è una scelta per la nostra salute mentale”, ha detto Federico Marzochi, che ha accompagnato la moglie e il figlio Matteo di 10 anni nel viaggio.

Il reparto spedizioni spera di aprire gradualmente questa primavera.

Le navi sono in circolazione nelle Isole Canarie della Spagna al largo delle coste dell’Africa nell’Oceano Atlantico, in cui Aida assiste i turisti tedeschi. Costa Cruise, una delle più grandi compagnie di navigazione europee con un Master, riprenderà i viaggi in Italia il 1 ° maggio per sole sette notti. Costa prevede di navigare nel Mediterraneo occidentale da metà giugno.

Il Regno Unito apre navi da crociera a maggio, con M.Sc. e Viking che intraprendono viaggi verso le isole britanniche, offrendo viaggi “rifugio” in mare tra diverse compagnie che mirano a catturare uno dei mercati di viaggio più importanti. Il dipartimento delle spedizioni spera di aprire la Grecia a metà maggio, ma il paese non ha ancora annunciato quando aprirà il turismo.

READ  Il governo italiano dà il via libera agli spettatori degli Europei ...

I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno rilasciato un “quadro” per la ripresa dei viaggi negli Stati Uniti, ma l’industria afferma che l’agenzia sanitaria non ha pronunciato dettagli su come le compagnie dovrebbero far funzionare le loro navi. I funzionari del settore affermano che ci vorranno 90 giorni per la navigazione della nave una volta che il CDC avrà soddisfatto i requisiti tecnici.

Le compagnie di navigazione si sono lamentate del fatto che la struttura CDC era obsoleta lo scorso autunno e dovrebbe essere rimossa. Dicono che sia stato consegnato prima che i vaccini diventassero disponibili e prima della ripresa dei viaggi in Europa, che dicono abbia trasportato quasi 400.000 passeggeri in sicurezza secondo i nuovi regolamenti COVID-19. Si lamentano del fatto che solo una parte dell’economia statunitense è coperta dall’epidemia.

Il Cruise Lines International Association Business Group inizia un tour degli Stati Uniti all’inizio di luglio.

“Gli incrociatori amano navigare e andranno dove salpano le navi”, ha detto Lacisa Lambert, portavoce del gruppo commerciale. “Ai lunghi viaggi è stato vietato di operare negli Stati Uniti, mentre altre parti del mondo stanno beneficiando dell’impatto economico positivo degli arrivi dei passeggeri”.

___

I reporter del PE Colin Barry a Sowei, Italia, Nicole Winfield a Roma e David Koenig a Dallas hanno contribuito al rapporto.

___

Segui l’infezione AP:

https://apnews.com/hub/coronavirus-pandemic

https://apnews.com/hub/coronavirus-vaccine

https://apnews.com/UnderstandingtheOutbreak

Copyright © 2021. Tutti i diritti riservati. Questo sito Web non è destinato agli utenti all’interno dello Spazio economico europeo.