QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’Italia rafforza le operazioni corona con il “Super Green Pass”

Dal 6 dicembre, l’Italia intensificherà ulteriormente le sue già severe misure anti-corona. Un risultato negativo del test non basta per andare al ristorante, al cinema o al teatro. Le attività ricreative su vasta scala sono possibili solo per coloro che sono stati vaccinati due volte o che si sono ripresi da Covit-19 – la popolare regola 2G.

I media italiani parlano della presentazione Bassi verdissimi, A seguito del certificato Govt precedentemente introdotto spigola verde È chiamato. Il governo italiano dice che non è pronto a punire chi non è vaccinato, ma vuole premiare chi è vaccinato. Il premier Mario Draghi ha detto: “Sarà un Natale normale per chi ha una stoccata”.

Bloccaggio traumatico

Commercialmente e, soprattutto, Roma sta facendo tutto il possibile per salvare il periodo natalizio ed evitare serrature drastiche e scioccanti come il 2020. L’economia italiana farebbe fatica a digerire un colpo così nuovo. E l’Italia aveva già misure molto dure.

Nel tentativo di aumentare il numero di vaccini, il governo TRAC è diventato il primo paese in Europa a rendere obbligatorio il corona pass sul posto di lavoro da metà ottobre. L’Italia non è sfuggita alla quarta ondata, ma attualmente la sua salute è migliore di altre parti d’Europa.

Il pass per Corona al lavoro sembra ripagare, quindi è pratico. La regola 2G non si applica ancora sul posto di lavoro. Ciò significa che oltre alla cura per il vaccino o per il Covit-19, basta un risultato negativo del test per iniziare a lavorare. Il certificato Govt sarà ulteriormente ampliato e presto verrà visualizzato sugli autobus urbani o sui treni locali e negli hotel in Italia.

READ  Hope, 56 anni, vive in Italia e chiede giustizia per la sua fidanzata Macchina

Operatori sanitari

Spinti dall’aumento delle epidemie, anche altri paesi europei stanno aumentando fortemente le loro operazioni, ma l’Italia è presente in molte aree. Ad esempio, gli operatori sanitari sono costretti a fare il jab dal 31 marzo, mentre nei Paesi Bassi fornisce un “consiglio” e un “periodo di transizione” per gli operatori sanitari belgi dal 1 gennaio al 31 marzo 2022. Il personale medico del servizio sanitario è membro del dipartimento per le vaccinazioni, così come il personale accademico e le forze dell’ordine.

Il primo ministro Drake è riluttante a introdurre un obbligo di vaccino comune perché si rivela legalmente difficile. Inoltre, non tutti i partiti politici sono affiliati.

La vaccinazione volontaria è ancora fortemente incoraggiata. Ad esempio, il certificato Strict Covit è valido solo per nove mesi. La campagna per un terzo lavoro è in pieno svolgimento. Dal 1 dicembre tutti gli adulti in Italia possono iscriversi alla terza dose del vaccino.

Ampio supporto

Anche in Italia le misure stanno generando opposizione qua e là. Più di sette milioni di italiani non sono ancora stati vaccinati. Ma generalmente c’è un ampio sostegno alla politica di austerità. La maggior parte degli italiani ha scelto il Giappone (l’84 per cento della popolazione ha più di dodici anni) e ha ancora fresco nella mente lo shock della primavera del 2020. Con i camion dell’esercito Lijkiston a Bergamo Bruciato in memoria di milioni di italiani. Nessuno vuole andare per una serratura dura come la prima ondata.

Anche la parte settentrionale del Friuli-Venezia Giulia vuole introdurre una rigida regola del 2G con una settimana di anticipo. Le proteste contro la mossa sono state vietate nel centro della città di Trieste, poiché le proteste degli antivox sono diventate fonte di infezione.

READ  L'ex leader catalano Puigdemont è tornato a Bruxelles dopo essere stato arrestato in Italia

I codici colore saranno riutilizzati in tutto il paese, a seconda del numero di infezioni e del numero di persone nelle unità di terapia intensiva negli ospedali. Questo vale anche per i comprensori sciistici. Nelle zone dove la situazione è peggiore entreranno in vigore anche misure drastiche.

La certificazione Covit è ormai richiesta quasi ovunque in Italia, tranne che per mangiare o bere qualcosa fuori, mangiare al bar o andare al supermercato.