QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’Italia sta esplorando una possibile acquisizione di ITA Airways da parte di Lufthansa e delle ferrovie italiane.

(Belga) Il Ministero dell’Economia italiano sta esplorando la possibilità di vendere una quota di maggioranza della compagnia aerea italiana IDA Airways a un consorzio formato dal gruppo aereo tedesco Lufthansa e dalla compagnia ferroviaria italiana Ferrovi dello Stato (FS). Lo riferisce il Corriere della Sera.

La battaglia per acquistare una quota di maggioranza nell’erede di Alitalia, ITA, sembrava essersi conclusa alla fine di agosto, dopo che il governo italiano aveva annunciato di essere in trattative esclusive con la società di investimenti statunitense Certares, insieme alle compagnie aeree Air France-KLM e Delta. Tuttavia, l’esclusiva non è stata rinnovata fino alla fine di ottobre, quando Lufthansa e la compagnia di navigazione svizzera MSC sono state riportate nell’arena. MSC e Lufthansa hanno proposto di acquistare una quota dell’80% di ITA Airways in estate per 850 milioni di euro. La parte del leone sarà nelle mani di MSC. Ma il partner di Lufthansa, MSC, ha annunciato questa settimana che si sarebbe ritirato dall’acquisizione di IDA Airways. In un comunicato stampa, la compagnia di navigazione ha affermato di aver “informato le autorità competenti che non desidera più partecipare alla privatizzazione di IDA Airways”. Lufthansa ha dichiarato di essere ancora interessata. In base al piano attualmente in fase di revisione, Lufthansa acquisirà una quota del 51% in IDA Airways per 250 milioni di euro, mentre FS acquisirà una quota del 29%. Il ministero dell’Economia italiano deterrà il restante 20 per cento. Alitalia è fallita nel 2017. Il governo italiano ha mantenuto la compagnia aerea in volo fino all’ottobre 2021, dopodiché è stata sostituita da un successore più snello, ITA Airways. Roma intende detenere una quota di minoranza in IDA. (Belgio)

READ  Cofinimo investe 40.340 milioni in centri di assistenza residenziale spagnoli e italiani - Immo

La battaglia per acquistare una quota di maggioranza nell’erede di Alitalia, ITA, sembrava essersi conclusa alla fine di agosto, dopo che il governo italiano aveva annunciato di essere in trattative esclusive con la società di investimenti statunitense Certares, insieme alle compagnie aeree Air France-KLM e Delta. Tuttavia, l’esclusiva non è stata rinnovata fino alla fine di ottobre, quando Lufthansa e la compagnia di navigazione svizzera MSC sono state riportate nell’arena. MSC e Lufthansa hanno proposto di acquistare una quota dell’80% di ITA Airways in estate per 850 milioni di euro. La parte del leone sarà nelle mani di MSC. Ma il partner di Lufthansa, MSC, ha annunciato questa settimana che si sarebbe ritirato dall’acquisizione di IDA Airways. In un comunicato stampa, la compagnia di navigazione ha affermato di aver “informato le autorità competenti che non desidera più partecipare alla privatizzazione di IDA Airways”. Lufthansa ha dichiarato di essere ancora interessata. In base al piano attualmente in fase di revisione, Lufthansa acquisirà una quota del 51% in IDA Airways per 250 milioni di euro, mentre FS acquisirà una quota del 29%. Il ministero dell’Economia italiano deterrà il restante 20 per cento. Alitalia è fallita nel 2017. Il governo italiano ha mantenuto la compagnia aerea in volo fino all’ottobre 2021, dopodiché è stata sostituita da un successore più snello, ITA Airways. Roma intende detenere una quota di minoranza in IDA. (Belgio)