QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’Italia vuole estradare in Belgio la moglie di uno dei principali sospettati dello scandalo del Qatar

Gli avvocati di Maria Dolores Colleoni. © AB

Lunedì un tribunale italiano ha stabilito di voler estradare Maria Dolores Collioni nel nostro Paese. È la moglie dell’ex eurodeputato Pier Antonio Panzeri, una delle figure chiave dello scandalo corruzione al Parlamento europeo. Il Qatar e il Marocco volevano influenzare il processo decisionale europeo.

Tommy Huyghebaert

I pubblici ministeri di Bruxelles hanno chiesto l’estradizione sia di Colleoni che della figlia Silvia. Il caso della figlia non sarà ascoltato fino a martedì. Collioni è la moglie dell’italiano Pier Antonio Panzeri, che è stato membro del Parlamento europeo fino al 2019 e ora guida una ONG che si batte per i diritti umani e contro l’impunità. Addosso sono stati trovati milioni di euro in contanti. Corrompere i membri del Parlamento europeo per votare a favore del Qatar e del Marocco. Panzeri è stato arrestato ed è considerato una figura chiave.

Anche la moglie Maria Dolores Colleoni e la figlia Silvia sono state poste agli arresti domiciliari. Le accuse contro di loro? È stato accusato di partecipazione a un’organizzazione criminale, riciclaggio di denaro e corruzione. Secondo Politico, le autorità belghe ritengono che il mandato d’arresto dimostrerà che la Colleoni era pienamente a conoscenza delle attività del marito. Potrebbero aver ricevuto “regali” con la figlia dall’ambasciatore marocchino, Abderrahim Admoun, l’attuale ambasciatore in Polonia, a meno che le conversazioni telefoniche registrate mostrino Banzeri che parla con sua moglie di una vacanza da 100.000 euro.

Leggi di più. I membri del Parlamento europeo guadagnano la stessa cifra di de Groove per evitare di pagare tangenti. Poi è arrivato il Qatargate (+).

Colleoni ha ora cinque giorni per impugnare la sua estradizione.

READ  'Finalisima' tra Italia e Argentina a Wembley il 1 giugno