QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Lo sciopero di Ryanair colpisce circa 10.000 passeggeri nel nostro Paese questo fine settimana

A causa di uno sciopero dei piloti e dei membri dell’equipaggio Ryanair, cinque partenze e cinque voli in arrivo all’aeroporto di Bruxelles questo fine settimana sono stati cancellati. La sensazione dello sciopero sarà ancora più difficile a Charleroi. Almeno 49 voli saranno cancellati. Si stima che circa 10.000 passeggeri nel nostro paese saranno ostacolati a causa delle misure.

Si tratta di voli con un equipaggio belga, spiega Nathalie Pierard dall’aeroporto di Bruxelles. Finora sono state cancellate cinque partenze e cinque voli in arrivo a Zaventem sabato. Di solito sono sedici. L’aeroporto di Bruxelles prevede una situazione simile per domenica.

Problemi molto più grandi sono previsti all’aeroporto di Charleroi di Bruxelles Sud, secondo il rappresentante sindacale Didier Lippi (CNE) giovedì. Finora, 49 dei 136 voli previsti saranno cancellati.

Ryanair è ancora in attesa di essere contattata, ma secondo i sindacati, questo fine settimana saranno coinvolti un totale di 10.000 passeggeri. Un gran numero di viaggiatori è già stato informato che i loro voli sono stati cancellati.

Le ragioni dello sciopero sono le stesse delle ragioni dello sciopero di fine giugno. I piloti e l’equipaggio si sentono incompresi e si aspettano un aumento di stipendio dopo una capitolazione del 20% durante la crisi del coronavirus.

“Ryanair afferma che l’attività è al 115% rispetto ai livelli del 2019, quindi nulla impedisce una rivalutazione dei salari”, ha affermato Didier Lippi. Ma l’amministrazione irlandese non ascolta.

Giovedì la compagnia aerea ha già firmato aumenti salariali con piloti francesi e spagnoli. “Parla della restituzione degli stipendi per il 2020. Ma solo nel 2027. Non so perché l’hanno firmato, ma è impossibile che accordi simili vengano firmati in Belgio”, sembra.

READ  Sconto sulla bolletta del gas... 3 euro

“Accogliamo con favore questi accordi a lungo termine che porteranno molti miglioramenti ai nostri piloti in Spagna e Francia”, ha affermato Ryanair in un comunicato stampa. La compagnia aerea low cost afferma inoltre che la compagnia deve ancora affrontare “sfide significative” dopo l’impennata della crisi di Corona. Secondo la compagnia aerea, ora sono stati presi accordi con l’85% dei piloti per accelerare il recupero della paga e migliorare le condizioni a lungo termine. Ma questo è troppo lento per i piloti belgi. Vogliono adeguare i loro salari più rapidamente.

Leggi anche. Ryanair minaccia di lasciare il Belgio: “Alla fine, i sindacati dovranno spiegare ai piloti perché la compagnia lascia gli aeroporti belgi”

Secondo i dipendenti dell’azienda irlandese a basso costo, la direzione non rispetta il diritto del lavoro belga nelle sue proposte. I sindacati si lamentano da tempo, perché Ryanair non ha un dipartimento del personale in Belgio che abbia familiarità con la nostra legislazione sociale.