QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Lo Sri Lanka chiede 40 milioni di dollari di risarcimento per una nave da carico in fiamme, che ha già raccolto 1.200 tonnellate di pellet di plastica e altri rifiuti | all’estero

Nella prima fase, lo Sri Lanka chiederà 40 milioni di dollari (33 milioni di euro) di risarcimento al proprietario della nave mercantile bruciata al largo delle coste del Paese.




Il ministro competente dello Sri Lanka, Rohitha Abigonawardena, ha annunciato sabato che sono iniziati i procedimenti preliminari contro il proprietario della nave immatriculé MV X-Press Pearl, registrata a Singapore.

La nave portacontainer in questione naviga solitamente dall’India a Singapore. Tuttavia, durante la tempesta, una sostanza chimica è fuoriuscita da uno dei contenitori, provocando una reazione chimica e un grave incendio. Affondò al largo di Colombo il 2 giugno, dopo aver preso fuoco per quasi due settimane. La nave era caricata con 1.486 container con 25 tonnellate di vari prodotti chimici, tra cui acido nitrico, oltre a microplastiche per la produzione di materie plastiche e cosmetici.

Sulle spiagge sono già state trovate diverse tonnellate di microplastiche. © AFP

1200 tonnellate di pellet di plastica

Le autorità ambientali della nazione insulare lo definiscono il “più grande disastro ambientale marino” da anni. Negli ultimi giorni al largo della costa sono stati trovati centinaia di pesci morti e altre creature marine, oltre a molte microplastiche. Un totale di 1.200 tonnellate di pellet di plastica e altri rifiuti sono già stati raccolti sulle spiagge, ma ciò rappresenterebbe solo la metà di tutto ciò che è stato portato a riva.

Fortunatamente, il carburante è ancora a bordo. In precedenza, l’olio e le macchie verdi nell’acqua intorno alla barca erano un’ulteriore preoccupazione a causa di danni ambientali più gravi, ma è possibile che le macchie provenissero da sostanze chimiche lisciviate nei contenitori.

Molti animali morti sono finiti sulla spiaggia.

Molti animali morti sono finiti sulla spiaggia. © Agenzia per la protezione dell’ambiente

Un tribunale dello Sri Lanka ha stabilito lunedì che la marina deve monitorare la nave fino al completamento di tutte le indagini.

Agenzia per la protezione ambientale

© Agenzia per la protezione dell’ambiente

Schiuma chimica sulla spiaggia da prodotti chimici.

Schiuma chimica sulla spiaggia da prodotti chimici. © AP

Sacchi per rifiuti lavati.

Sacchi per rifiuti lavati. © AFP

I lavori di pulizia sono ancora in corso.

I lavori di pulizia sono ancora in corso. © AP


READ  Una ragazza (17) galleggia in mare per 22 giorni senza cibo e 56 passeggeri sono morti: "una fossa comune in mare" | all'estero