QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’odore e il sapore della vulva sono tabù: ‘Fa parte dell’essere donna’

L’odore e il sapore della vulva sono tabù: ‘Fa parte dell’essere donna’

Sissy (35 anni) soffre di cancro alla vulva: “Il mio corpo non sarà più lo stesso”.Leggi anche

In un mondo ideale, immagina Lambrechts, butteremo via in massa spray e salviette per vulva e accetteremo che la nostra vulva semplicemente odori. Si rende conto che ci sono delle eccezioni, perché “dopo una serata al bar o in campeggio è bello rinfrescarsi lì prima di andare a letto insieme”. I Lambrecht vogliono aggiungere una nota a margine: “Lavati la vulva con la giusta intenzione e ragione. Fallo per te stessa, così ti senti bene e non perché pensi che altrimenti l’altra persona non vorrebbe fare sesso con te. “

assedio

Bianca*, 28 anni, non si è mai sentita insicura riguardo all’odore e al sapore della sua vagina, ma la situazione è cambiata nell’ultimo anno. “Il mio profumo è cambiato e mi fa sentire insicuro”, dice. Fa sì che gli appuntamenti diventino persino un ostacolo e lei non osa più fare sesso. “Ho paura che gli altri trovino il mio odore sgradevole o strano.” Il ginecologo non è riuscito a trovare niente di speciale, ma Bianca non lo accetta. Dagli unguenti al bagno di vapore per la sua vagina – cerca molto di neutralizzare il suo odore. Senza alcun risultato.

Secondo Lambrechts la conoscenza della vagina e della vulva è importante per eliminare i tabù legati all’olfatto e al gusto e sono presenti i batteri giusti. È bene sapere anche che molti fattori, come l’alimentazione e il tessuto della biancheria intima, influiscono sull’olfatto e sul gusto.

Uno stile di vita sano

La biancheria intima sintetica che non respira crea un odore diverso rispetto alla biancheria intima di cotone. Aglio, spezie e caffè forniscono un gusto e un aroma amaro. Tutto ciò influisce sul valore del pH. I Lambrecht hanno un consiglio breve e conciso: uno stile di vita sano influisce sull’odore e sul sapore della tua vulva.

READ  Leggero aumento dei pazienti affetti da tubercolosi nei Paesi Bassi

Una miniatura di tutto ciò a cui non osi chiedere riguardo al tuo odore lì: Tutto quello che non osi chiedere sul tuo odore laggiù: “La tua vagina si pulisce da sola”.Leggi anche

Oltre al fatto che la biancheria intima e il cibo sano influiscono sull’odore della vulva, secondo Lambrechts dobbiamo eliminare le affermazioni negative legate alla vulva. “Mi fa arrabbiare quando le persone associano l’odore e il sapore della vulva al pesce. Questo è controproducente. Mantiene il tabù e aumenta la tensione che circonda l’odore della vulva. È solo odore corporeo e sì, ha un odore. Anche il sudore ha un odore odore, e questa è solo una parte di ciò che siamo. Il sudore varia di volta in volta. Trattiamo questo problema anche con i deodoranti, ma alla fine l’odore rimane lo stesso e il sudore è solo sudore.

Soddisfazione verbale

Bianca ha incontrato un bravo ragazzo, ma c’è voluto del tempo prima che osasse aprirsi. “Sono stato onesto nel non essere sicuro del mio odore, ma lui mi rassicura. Mi sto godendo appieno la soddisfazione orale, e ora devo fare del mio meglio per godermelo. Pensa che ci sia un buon odore laggiù e dice di non preoccuparmi di nulla, quindi provo a lasciar perdere.”

Bianca cerca lentamente di godersi il sesso, ma è ancora difficile. “A volte noto che entro molto nella mia testa e ho paura che pensi che sia disgustoso.” Sorprendentemente, lei non pensa che sia il contrario. “Di sicuro il suo pene non è sempre fresco o fruttato, ma questo non mi dispiace.”

Lambrechts sottolinea anche che esiste un doppio standard quando si tratta di organi sessuali. Crede che questo debba cambiare. “Sembra che noi, come società, abbiamo accettato il fatto che i peni non hanno sempre un odore fresco e questo è solo una parte del problema, mentre alle donne viene insegnato a sentirsi insicure al riguardo.”

READ  Marcella (25) sul nuovo piano di cura per l'anoressia nervosa: “Il vecchio metodo ha ostacolato la mia guarigione”

Fin dalla tenera età

Lambrechts spiega che questa divisione inizia in tenera età. “Se hai un pene, non è facilmente sporco da tenere in mano, mentre le donne imparano in giovane età che dovresti lavarti le mani quando tocchi la vulva.” È qui che possono sorgere le prime preoccupazioni, spiega Lambrechts. “Perché se toccarlo è cattivo, anche il suo odore è cattivo”.

Inoltre, sul mercato esistono solo prodotti specifici per la vulva. Le salviette per il pene e i profumi per il pene non sono disponibili da nessuna parte. I Lambrecht potrebbero immaginare che le persone pensino che i peni puzzolenti non esistano. “Non ci sono prodotti speciali per nasconderlo, ha semplicemente l’odore di un pene.” Collettivamente, questa accettazione non esiste ancora per le vulve.

Secondo Lambrechts dovremmo insegnare ai bambini piccoli e a noi stessi che è normale che la vulva abbia odore e secrezioni. Non è sporco. Sottolinea anche di mettere da parte le preoccupazioni relative al tuo odore e al tuo gusto. Non intrufolarti in bagno per pulire a fondo la tua vulva ogni volta che si presenta l’opportunità di fare sesso. “Allontana dalla tua mente ciò che l’altra persona sta pensando o pensa. L’olfatto e il gusto fanno parte dell’essere una donna e puoi accettarli. Come scrive Joy DiLima: ‘Una vulva pulita odora di vulva, e un pene pulito odora di un pene.”

*Su richiesta dell’intervistato, il nome di Bianca è stato cambiato.

Miniatura di “Aprire i petali della mia rosa delicata e profumata a qualcuno che non chiede il mio numero?” Mai’Leggi anche