QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’opera d’arte Fabre non scomparirà dal parlamento fiammingo, ma riceverà una “traduzione”

L’opera d’arte di Jan Fabre non sarà rimossa dalla sala delle colonne del Parlamento fiammingo. La decisione è stata decisa lunedì dall’Ufficio allargato della Camera dei rappresentanti. Tuttavia, la commissione artistica del Parlamento sarà invitata a “fornire una spiegazione dell’opera d’arte e dell’artista”.

Dopo che l’artista Jan Fabre è stato condannato la scorsa settimana per violenze, bullismo e comportamenti sessuali indesiderati sul lavoro, tra le altre cose, il partito di opposizione Vorwett ha sollecitato la rimozione dell’opera d’arte di Faber con il famoso scarabeo verde nella Camera Pilar del Parlamento fiammingo.

Forot ritiene che “lasciare l’opera appesa invierebbe uno strano segnale ai tanti fiamminghi e ai tanti scolari che vengono a visitare il Parlamento”.

Il caso è stato discusso lunedì nell’ufficio esteso del parlamento fiammingo. C’era poco entusiasmo tra le altre parti per rimuovere l’opera d’arte in questione. Questo è il motivo per cui il lavoro non viene rimosso. Tuttavia, alla Commissione Tecnica del Parlamento fiammingo, che è la commissione che decide anche di acquistare le opere, viene chiesto di illustrare l’opera e l’artista, ad esempio attraverso una foto o una spiegazione da parte delle guide durante le visite guidate.

Forwright è d’accordo con questa soluzione. “Per noi è particolarmente essenziale che uno come Jan Faber non la faccia franca e che le persone che vedono il suo lavoro sappiano cosa ha fatto di sbagliato. Pensiamo che questo sia importante come riconoscimento della sofferenza che Faber ha inflitto a tutte queste donne ”, dice in risposta a Hannelore Gaumann, leader del partito Belgio