QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’Organizzazione Mondiale della Sanità avverte: “La prossima pandemia saranno gli insetti, e il pericolo aumenta sempre di più”

© AFP

L’Organizzazione Mondiale della Sanità lancia una nuova iniziativa per combattere i virus trasmessi dagli insetti. A quel lancio, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha avvertito che il rischio di una nuova pandemia era in aumento e probabilmente era causato da un tale insetto portatore di virus.

“Abbiamo attraversato la pandemia di Covid-19 per due anni e abbiamo imparato a nostre spese cosa significa non essere adeguatamente preparati per eventi ad alto impatto”. questo è ciò che il dott. Sylvie Briand, direttrice del Global Infectious Hazards Preparedness Team dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, durante un briefing giovedì. Quindi gli esperti stanno ora cercando di escogitare strategie per prevenire il ripetersi della pandemia di COVID-19.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la prossima epidemia potrebbe essere dovuta a insetti come zanzare e zecche. Secondo gli esperti, rappresentano un pericolo “crescente”. Possono trasportare virus come Zika, febbre gialla, chikungunya e dengue. Pertanto, questi virus, noti anche come arbovirus, sono in cima alla lista del prossimo possibile focolaio che potrebbe portare a una pandemia. Ciò è dovuto principalmente al fatto che quasi quattro miliardi di persone vivono nei tropici e subtropicali, che è l’ambiente ideale per tali malattie.

Attualmente, non ci sono quasi trattamenti efficaci per queste malattie. A parte la febbre gialla. Abbiamo già un vaccino per oggi.

Così giovedì, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha annunciato il lancio della nuova iniziativa globale sull’arbovirus. Riuniranno tutte le iniziative che lavorano per combattere questi virus.

(sgg)

READ  I ragazzi sono stati discriminati per il rimborso della vaccinazione contro l'HPV