QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

L’uomo è stato ingiustamente imprigionato in un istituto psichiatrico per più di due anni dopo una confusione di personalità

▶ Guarda: una persona è stata erroneamente in una struttura psichiatrica per più di due anni

L’Hawaii Innocence Project, che lavora per persone condannate ingiustamente, chiede in tribunale che i casi vengano corretti. E con ciò, la straordinaria storia di Joshua Spresterbach (50) è diventata improvvisamente nota.

Tutto è iniziato quando Spriestersbach si è addormentato su un sentiero in una calda giornata di maggio del 2017. Era un senzatetto, affamato, in fila per il cibo fuori da un rifugio per senzatetto a Honolulu. Poco dopo essersi addormentato in fila, è stato svegliato da un agente di polizia. Giosuè pensava di sapere subito perché era stato portato via: c’è un’ordinanza cittadina che vieta di sedersi o sdraiarsi sul marciapiede pubblico.

Confuso

Quello che avrebbe potuto sospettare era che all’epoca l’ufficiale in questione lo avesse scambiato per un uomo di nome Thomas Castlebury, che aveva giustificato la violazione dei suoi termini in un caso di droga del 2006. Sprestersbach è stato ammanettato e picchiato.

Non è chiaro come possa verificarsi la confusione delle persone. Spriestersbach e Castleberry non si sono mai conosciuti e non si sono mai incontrati. Lui lei Progetto Innocenza delle Hawaii A tutt’oggi non si capisce perché la polizia non abbia confrontato le foto e le impronte digitali dei due in quel momento.

Nonostante la sua resistenza, Spriestersbach fu condannato per essere Castleberry e incarcerato all’Hawaii State Hospital, un istituto psichiatrico. Poi le porte dell’inferno si aprirono lungo la strada. “Più il signor Sprestersbach proclama la sua innocenza dicendo di non essere il signor Castleberry, più i medici dell’istituto psichiatrico penseranno che sia delirante e psicotico, e più peso avrà avuto il farmaco su di lui”, si legge nella dichiarazione. Per leggere gli atti del tribunale. .

L’uomo ha mostrato disperatamente tutti i suoi documenti di identità e ha anche fornito informazioni su dove si trovasse quando Castleberry è apparso in tribunale. Non ha aiutato. “Nessuno ha fatto alcun passo significativo per verificare l’identità di quest’uomo per confermare che il signor Sprestersbach stesse davvero dicendo la verità”.

Google

Nessuno gli credeva. Nemmeno i suoi tanti avvocati che lo hanno difeso nel caso. Finché alla fine uno psichiatra dell’ospedale non ha ascoltato.

Attraverso alcune semplici ricerche su Google e alcune telefonate, gli è diventato presto evidente che Spriestersbach era persino su un’altra isola quando Castleberry è stato inizialmente arrestato in un caso di droga. Lo sbalordito psichiatra ha chiesto a un detective di venire in ospedale, a quel punto ha anche confermato ufficialmente, usando foto e impronte digitali, che l’uomo sbagliato era stato arrestato e ingiustamente imprigionato per due anni e otto mesi. Il detective ha aggiunto sottilmente che il vero signor Castleberry è stato imprigionato in una prigione dell’Alaska dal 2016.

Thomas Castlebury è imprigionato a Seward, in Alaska.Foto di Hawaii Innocence Project

Secondo l’Hawaii Innocence Project, molte persone sono entusiaste del caso: la polizia e gli avvocati liberi che hanno difeso Spriestersbach, l’ufficio del pubblico ministero e l’ospedale condividono la colpa, secondo il progetto.

Segreto

Quando le impronte digitali e le foto sono state finalmente controllate, le autorità hanno prontamente preso provvedimenti per liberare Spriestersbach, ma lo hanno fatto in silenzio. “C’è stato un incontro confidenziale con tutte le parti coinvolte, ad eccezione dello stesso signor Spresterspach”, si legge nella petizione. “Non c’è traccia o registrazione di questo errore giudiziario”.

Gli attori coinvolti non vogliono commentare la storia al momento. Anche lo stesso Spriestersbach, che ora vive con la sorella nel Vermont, preferisce non parlare con la stampa. Sua sorella Vedanta Griffith lo fa. Ha cercato suo fratello scomparso di quasi 16 anni, che si è trasferito alle Hawaii con lei e suo marito nel 2003 quando suo marito era di stanza come soldato sull’isola hawaiana di Oahu. Suo fratello in seguito si trasferì da solo a Big Island e scomparve lì, distruggendolo mentalmente e finanziariamente.

“Hanno usato la sua argomentazione contro di lui”, ha detto la sorella all’Associated Press. Hanno detto che era pazzo. E quando diventa chiaro come stanno le cose, non c’è nessuno a cui chiedere scusa». Fu lei a contattare successivamente l’Hawaii Patent Project.

Dopo il suo rilascio, Joshua è finito in un rifugio per senzatetto, chiamato dalla sua famiglia. Fratello e sorella si sono riuniti dopo tutti questi anni. Spriestersbach ora si rifiuta di lasciare la proprietà di sua sorella nel Vermont. “Ha così paura che lo riporteranno indietro”, dice.

READ  SpaceX si sta preparando per il suo primo spazio commerciale completo...