QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Macron criticato per bandiera sotto l’Arco di Trionfo: ‘insulto’

© Reuters

La Francia è il nuovo presidente dell’Unione europea dal 1 gennaio e i parigini non possono ignorarlo questo fine settimana. La Torre Eiffel è stata decorata di blu con stelle gialle e la bandiera francese che aveva sventolato a lungo sotto l’Arco di Trionfo, con la fiamma eterna del Milite Ignoto, è stata sostituita dalla torcia dell’Unione Europea. Ciò provocò subito grandi polemiche, quattro mesi dopo le elezioni presidenziali.

© AFP

Marine Le Pen del Raduno Nazionale si è “indignata” e ha visto il cambio di bandiera come una “provocazione” e “un insulto a tutti coloro che hanno combattuto per la Francia”. Eric Zemmour (Reconquête) ha persino inserito la sostituzione della bandiera francese nell’elenco delle azioni precedenti, ai suoi occhi, imperdonabili, come la devastazione causata dai Gilets Jaunes o dai Gilet Gialli nel 2018 e la mobilitazione del monumento da parte di Cristo.

Non solo l’estrema destra e il radicale nel Kolar francese. Persino il candidato di centrodestra Valérie Pecresse (LR) pensava che Macron fosse andato troppo oltre – “Presidenza europea, sì! Per cancellare l’identità francese, no!” – e ha chiesto che il presidente francese sventoli i colori fraterni accanto alla bandiera europea: “Dobbiamo a tutti i combattenti che hanno versato il loro sangue per la Francia”. (la terra)

READ  La NATO impedisce ai diplomatici bielorussi di entrare nel quartier generale