QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Maggiori conoscenze sulle malattie cardiovascolari attraverso i dati sanitari


I dati sanitari forniscono un valore aggiunto per rispondere alle domande aperte sulle differenze di genere nelle malattie cardiovascolari

Donne e uomini possono rispondere in modo diverso ai farmaci per le malattie cardiovascolari. Le donne smettono di prendere i loro farmaci più spesso degli uomini a causa degli effetti collaterali e hanno anche effetti collaterali degli stessi farmaci che sono diversi dagli uomini. Inoltre, la dose ottimale di farmaci per l’insufficienza cardiaca può essere inferiore per le donne rispetto agli uomini. La ricercatrice Sophie Potts di UMC Utrecht ha ricevuto il suo dottorato di ricerca giovedì 2 settembre per la sua ricerca sul valore aggiunto dei dati sistematici sull’assistenza sanitaria nella ricerca sulle differenze di genere.

Le donne sono diverse dagli uomini. Nonostante ciò, i risultati della ricerca scientifica sulle malattie cardiovascolari sono spesso presentati insieme per donne e uomini. “Di conseguenza, c’è una mancanza di conoscenza sul sesso, compreso il trattamento ottimale per donne e uomini con malattie cardiovascolari”, afferma Sophie. “Questo è fantastico, perché donne e uomini possono reagire in modo diverso ai farmaci. Ho studiato se i dati sanitari, che consistono in 110.000 cartelle cliniche elettroniche, forniscono maggiori conoscenze sulle differenze di genere nella sicurezza e nell’efficacia dei farmaci comunemente prescritti per i disturbi. vasi sanguigni “.

Altri effetti collaterali nelle donne
I dati sull’assistenza sanitaria mostrano che le donne hanno maggiori probabilità di interrompere l’assunzione dei farmaci a causa di effetti collaterali rispetto agli uomini. Questo varia a seconda del farmaco e varia dall’11% al 50% in più di effetti collaterali nelle donne dopo l’adeguamento per il numero di prescrizioni prescritte. Le donne hanno anche riportato diversi effetti collaterali degli stessi farmaci rispetto agli uomini. Ad esempio, le donne soffrono più spesso di mal di testa, vertigini, reazioni allergiche e dolori addominali, mentre gli uomini soffrono più spesso di disturbi legati al cuore o ai reni. I rischi di effetti collaterali dei farmaci per le malattie cardiovascolari differiscono tra donne e uomini. Ciò richiede informazioni specifiche di genere sugli effetti collaterali dei farmaci, che i medici possono utilizzare durante la consultazione con il paziente”.

Dose ottimale del farmaco
I dati sanitari mostrano anche che la dose ottimale di farmaci per l’insufficienza cardiaca può essere inferiore per le donne rispetto agli uomini. In pratica, alle donne vengono spesso somministrate dosi più basse e questo sembra avere il massimo effetto benefico sul rischio di morte. Le attuali linee guida sul trattamento prescrivono la stessa dose di farmaco per uomini e donne. “Questa scoperta suggerisce che le donne potrebbero stare meglio a una dose più bassa. Questo deve essere adeguatamente studiato in uno studio clinico, perché i dati sanitari forniscono indicazioni, ma ci sono ancora ostacoli. In ogni caso, lo studio conferma che la segnalazione di dosi di farmaco di genere un’assistenza specifica potrebbe fornire una migliore assistenza ai pazienti con insufficienza cardiaca.

L’effetto delle statine è più forte
Sophie ha quindi esaminato le differenze maschili e femminili nell’efficacia delle statine (farmaci che abbassano il colesterolo). Sebbene l’efficacia di questi agenti sia stata dimostrata molte volte, vengono prescritti alle donne più spesso e in dosi inferiori. Lo studio ha mostrato che le statine riducono il rischio di morte sia nelle donne che negli uomini e che questo effetto può essere più forte nelle donne (rischio di morte inferiore del 34% rispetto all’11% negli uomini). Una dose più alta ha un effetto più forte di una dose più bassa, ma la differenza è marginale. Questa ricerca conferma che le statine sono efficaci anche per le donne e che anche una dose bassa può fare una grande differenza. Speriamo che questo chiarisca tutti i dubbi rimanenti sia per i medici curanti che per le donne idonee alle statine”, afferma Sophie.

Dati di cure regolari come prima postazione per le domande aperte
I dati sanitari forniscono un valore aggiunto per rispondere alle domande aperte sulle differenze maschili e femminili nelle malattie cardiovascolari. Ciò è particolarmente importante per le domande aperte su qualsiasi informazione attualmente a malapena disponibile, come le differenze di genere nella sicurezza e nell’efficacia del farmaco. Questi dati mostrano dove possono verificarsi differenze tra maschi e femmine e identificano argomenti che necessitano di ulteriori ricerche. Ciò potrebbe informare l’agenda della ricerca scientifica su nuovi studi clinici e studi di coorte necessari per la ricerca di follow-up”.

Co-finanzia la ricerca Fondazione per il cuoree soleMwe DCVAe ERC occupazione Amici dell’UMC Utrecht


Informazioni aggiuntive…

Consultare la fonte e/o il provider per ulteriori informazioni su questa lettera. Le notizie possono cambiare, includere errori o imprecisioni. Leggi anche disclaimer occupazione Rapporto Per favore messaggi, commenti e/o foto in conflitto con Termini.

Fare clic sui tag di seguito per i post correlati, se presenti…

Nome dell’autore e/o editore di: UMC Utrecht
Fotografo o agenzia fotografica: INGImages
La fonte di questo articolo: UMC Utrecht
Qual è l’URL di questa risorsa?: https://www.umcutrecht.nl/nieuws/zorgdata-bieden-kennis-over-hart-en-vaatziekten
Titolo originale: I dati sanitari forniscono conoscenze sulle malattie cardiovascolari
il pubblico di destinazione: Operatori sanitari e studenti
Data: 2021-09-07

READ  Lo screening del cancro cervicale condivide il 50% nel 2020