QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Mathieu van der Poel non inizierà più il Tour, ma partirà…

Mathieu van der Poel (Alpecin-Fenix) non si presenterà al via della nona tappa del Tour de France domenica. Ora ha gli occhi puntati sulle Olimpiadi di Tokyo. Lo ha affermato l’olandese in un video dell’organizzazione.

Il VDP ha vestito la maglia gialla per sei giorni, dopo aver vinto la seconda tappa. Sabato ha dovuto rinunciare al cartellino giallo per scatenare Tadej Pojjakar, vincitore del Tour lo scorso anno. “Abbiamo deciso con la squadra che era meglio per me lasciare la competizione e concentrarmi sulle Olimpiadi. Ora mi prenderò del tempo per riprendermi da questa settimana. Sapevamo che sarebbe stato difficile per me. Ho altri obiettivi e a causa di Corona è stato impossibile fare tutto il tour. Sono il migliore a Tokyo”.

“È stata una settimana da sogno per me e per la squadra. Abbiamo vinto due tappe (Tim Merler ha vinto la terza tappa, editore) e ottenuto anche la maglia gialla per sei giorni. È stato il mio primo grande round e possiamo esserne molto orgogliosi “, ha detto Van der Poel, 26 anni. Chi vuole continuare a Parigi l’anno prossimo “è stato meglio del previsto”. “Tutto è andato meglio del previsto. Anche se vivi un po’ con quella giacca gialla. Sei sempre 2 ore dopo in hotel. Ma non mi importava. Ho anche tenuto questa giacca più a lungo di quanto pensassi inizialmente. Ma amo anche la seconda e la terza settimana. sull’arrangiamento? No, non ho questa ambizione. Eventuale partecipazione a tappe.

nessuna colpa

“Il sogno olimpico è quello su cui ho lavorato per quattro anni”, ha detto Van der Poel. “Non voglio sbarazzarmi di tutto in una settimana. Inoltre non posso fare a meno del fatto che i Giochi siano così vicini al Tour, a causa delle circostanze. Non voglio incolpare me stesso. Ero ancora non vedo l’ora, quindi è stata una decisione difficile. Ma non credo che lo fosse. C’è molto da guadagnare in questo round. Dopo le partite, non voglio pensare al fatto che avrei potuto avere un un po’ troppo a lungo.”

READ  Team Sporza Tokyo: Wout van Aert, hai fan tanto quanto il Giappone! | le Olimpiadi

Prima di oggi, Primus Roglic (31 anni) ha annunciato che Prendilo per buono. Lo sloveno, arrivato secondo al Tour lo scorso anno, soffre molto per gli infortuni subiti in una caduta nella terza tappa.

Van der Poel ora “va principalmente in mountain bike”. Suona come “Vado dritto”. “In realtà mi sento davvero bene dopo una settimana così dura. Questo ha avuto un ruolo. Uscire dal Tour sentendomi bene è stato molto importante per poter continuare ad allenarmi in mountain bike”.