QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Medici preoccupati per la salute di Navalny: l’avversario potrebbe “andare in arresto cardiaco da un momento all’altro” Biden: il destino di Navalny “è molto ingiusto” | all’estero

AggiornareI medici vicini all’avversario russo Alexei Navalny dicono che potrebbe andare in arresto cardiaco “in qualsiasi momento” e chiedono di vederlo subito. All’inizio della giornata, circa 70 personalità internazionali si sono rivolte al presidente Vladimir Putin in una lettera aperta. Il presidente degli Stati Uniti Biden ha anche descritto il destino dell’avversario come “estremamente ingiusto”.




Il 31 marzo il principale critico del Cremlino ha iniziato uno sciopero della fame per protestare contro le cattive condizioni in cui è detenuto. Accusa l’amministrazione penitenziaria di impedirgli di visitare il medico e di assumere farmaci, mentre i suoi avvocati dicono che soffre di una doppia ernia.

Il medico personale dell’avversario di 44 anni, Anastasia Vasilieva, e altri tre medici, tra cui un cardiologo, hanno richiesto l’accesso immediato a Navalny, secondo un messaggio che hanno inviato ai servizi carcerari russi e pubblicato sul loro account Twitter. Apparve Vasilieva. Secondo lei, la concentrazione di potassio nel sangue di Navalny ha raggiunto un livello critico.

Apri una lettera a Putin

Altri denunciano anche il modo in cui viene trattato l’avversario. Questo è arrivato in una lettera aperta firmata da personalità di spicco. I firmatari includono JK Rowling, Martin Ames, Salman Rushdie, gli attori Vanessa Redgrave e Jude Law e il musicista Abba Bjorn Olvius. I firmatari affermano che la salute del leader dell’opposizione si sta rapidamente deteriorando e che necessita di cure mediche urgenti. Hanno indicato che Navalny era in una condizione nervosa acuta con dolore alla schiena persistente, tosse molto e febbre alta.

READ  I paesi dell'Africa orientale estendono il mandato delle loro forze in Congo | al di fuori

“Molto ingiusto”

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ritiene che il destino del suo avversario russo, Alexei Navalny, sia “estremamente ingiusto”. Lo ha detto ad alcuni giornalisti che avevano sollevato la situazione a Navalny.

2,5 anni di carcere

Il critico del Cremlino è stato condannato a due anni e mezzo di prigione a febbraio. Il tribunale ha stabilito che ha violato i termini della sua liberazione condizionale in un caso di frode mentre si trovava in Germania, dove Navalny era in cura per l’avvelenamento. Secondo lui, era opera del Cremlino.

I sostenitori di Navalny chiedono all’Unione europea di fare pressioni su Mosca per le cure mediche

La moglie di Navalny dopo la prima visita al campo di prigionia: “Adesso sono più preoccupata”