QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

“Meno carne, meglio è” – Wel.nl

Secondo la biochimica Sarah Shwetala, il 70 percento di tutti i tumori del colon può essere evitato con una dieta sana. In un’intervista con Suddeutsche, spiega quali cibi dovremmo mangiare il più possibile e quali cibi dovremmo evitare completamente.

“Con la giusta dieta, possiamo ridurre il cancro del colon-retto del 70%. Il cancro del colon è la seconda causa di morte per cancro nell’UE dopo il cancro ai polmoni e il suo sviluppo è fortemente influenzato dalla nostra dieta. Una corretta alimentazione è ridotta”.

Secondo Shwetala, l’intestino è molto importante per tutto. “Oltre al cervello e al midollo spinale, l’intestino è la rete neurale più importante del nostro corpo, contiene più di 100 milioni di neuroni. È in grado di dirigere processi medici complessi ed è in contatto diretto con il nostro cervello. Come il cervello, ” l’intestino invia e riceve segnali biochimici attraverso i nervi. Ci sono studi che suggeriscono che l’intestino ha anche recettori del gusto che comunicano con il cervello e influenzano il sapore di determinati alimenti. Il cervello controlla l’intestino e viceversa.

“Il microbioma intestinale, la microflora intestinale, è in realtà un organo del nostro intestino. Insieme al fegato, è l’organo con la maggiore produzione metabolica. Converte l’energia che ottiene dal nostro cibo in metaboliti che il nostro corpo utilizza. Il il sistema dipende fortemente da come usiamo le fibre, che dipende molto dal microbioma e ha un enorme impatto su come percepiamo il cibo e su come ci sentiamo in generale”.

“L’ideale è una dieta a base vegetale composta da cereali integrali, legumi, frutta, verdura e noci. Questi cinque gruppi di alimenti contengono tutto ciò di cui il tuo intestino ha bisogno, in particolare la fibra vegetale”.

READ  Segui una dieta rigorosa per l'ADHD: dovresti mangiare solo sale, pepe, tacchino, cavolo e riso.

I cibi animali, in particolare la carne, aumentano il rischio di cancro al colon. La carne contiene molte proteine, da cui si ricavano prodotti del metabolismo che possono causare mutazioni. Il consumo di carne aumenta anche il rischio di sviluppare malattie infiammatorie croniche intestinali. La carne rossa è particolarmente dannosa, ma anche il pollo ha questo effetto.
Per l’intestino, più è, meglio è. Nella migliore delle ipotesi, assolutamente niente. Gli studi dimostrano che i vegetariani hanno meno probabilità di sviluppare il cancro al colon, vivono più a lungo e soffrono di meno disturbi digestivi”.

Fonti): Suddeutsche Zeitung