QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Meno della metà degli olandesi sa cos’è il diabete di tipo 1

Ci sono molte idee sbagliate, specialmente riguardo al trattamento e al trattamento del diabete di tipo 1. Ad esempio, il 19% ritiene che la malattia possa essere curata, secondo una ricerca di cinquecento intervistati, e non è ancora stato così. Le persone con diabete di tipo 1 hanno la malattia per tutta la vita fino a quando non viene trovata una soluzione. Questo è ciò che rende così importante la ricerca scientifica sul diabete di tipo 1.

Lo stile di vita non è un motivo

Chiunque può sviluppare il diabete di tipo 1, indipendentemente dall’età, dallo stile di vita o dal peso. Non si sa molto su questo tra gli olandesi: il 39% ritiene che la malattia sia causata da abitudini di vita scorrette. Lo stile di vita può svolgere un ruolo nello sviluppo del diabete di tipo 2, ma questo non si applica al tipo 1. La malattia è cronica e si verifica perché il sistema immunitario attacca le cellule che producono insulina. Gli scienziati stanno esaminando le possibilità per ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 1. Fino a quando gli scienziati non troveranno una soluzione definitiva, le persone con diabete di tipo 1 devono monitorare quotidianamente la loro glicemia e autosomministrarsi l’insulina per mantenerla stabile.

Vivere con il diabete di tipo 1

Il diabete di tipo 1 comporta molto conteggio, misurazione, controllo e aggiustamento con insulina o carboidrati. Questo continua 24 ore al giorno. In media, una persona con diabete di tipo 1 pensa alle scelte sulla propria salute decine di volte al giorno. Ciò riguarda l’alimentazione e l’esercizio, ma anche, ad esempio, la quantità di sonno e il grado di stress. I Paesi Bassi difficilmente tengono conto di questo tipo di fattori: ma il 9% pensa che qualcuno dovrebbe prendere in considerazione anche un fattore come il tempo. Anche il ritmo, che include il sonno, non è riconosciuto da due terzi degli olandesi come un fattore che una persona con diabete di tipo 1 dovrebbe considerare.

READ  Pallieterland invia i primi inviti ai ragazzi di 12-15 anni... (Lier)

effetto psicologico

Un quarto ritiene che una persona con diabete di tipo 1 attraverserà la vita senza complicazioni. Mentre i livelli di glucosio nel sangue di una persona con questa malattia dovrebbero essere in ordine ogni giorno per ridurre il rischio di insufficienza renale, insufficienza cardiaca e malattie degli occhi. Questo mette molta pressione sulle persone con diabete di tipo 1 e sui loro cari. Soprattutto quando i moderni dispositivi di assistenza suonano l’allarme più volte al giorno a livelli di zucchero nel sangue alti o bassi. Questo provoca stress e ha un forte impatto sulla salute mentale. Ma meno della metà, il 43% degli olandesi, si aspetta che una persona con diabete di tipo 1 sperimenti un grave stress psicologico a causa della malattia.

“La nostra visione dell’origine del T1D è stata radicalmente cambiata negli ultimi anni dalla ricerca, aprendo allo stesso tempo nuove opzioni per fermare e curare questa malattia debilitante”, afferma Bart Roep, MD, professore di diabetologia, in particolare l’immunologia del diabete di tipo 1 .

100 anni di insulina

L’insulina è un trattamento salvavita per le persone con diabete di tipo 1. Molti sanno che l’insulina fa parte di questa malattia, ma il ruolo di questo trattamento sembra sconosciuto. Alla domanda su cosa fare se qualcuno con diabete di tipo 1 sviluppa ipoglicemia, il 32% ha affermato di assumere insulina. Questo mentre ciò non è assolutamente consentito: la somministrazione di insulina nell’ipoglicemia può avere gravi conseguenze. Mangiare carboidrati è solo il primo passo. L’insulina è un trattamento per i livelli elevati di zucchero nel sangue.

Quest’anno, l’età dell’insulina come metodo di trattamento per il diabete ha esattamente 100 anni. Molto è migliorato in quel secolo, ma la soluzione al diabete di tipo 1 non esiste ancora. JDRF si concentra su questa soluzione finanziando ricerche innovative di eminenti scienziati di tutto il mondo. Questo mese, la JDRF invita le persone ad agire per raggiungere un’altra svolta scientifica nella ricerca sul diabete di tipo 1 con la Challenge 100. I partecipanti scelgono le proprie sfide: da 100 squat al giorno alla cottura e vendita di 100 muffin. Maggiori informazioni sulla 100 Challenge sono disponibili qui: https://www.actievoortype1.nl/evenement/jdrf-100-challenge.

READ  Ancora una volta, ci sono molti motivi per cui non dovresti indossare una maschera per la bocca.