QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Meno focolai di malattie di origine alimentare nel 2020

L’anno scorso, l’Autorità olandese per la sicurezza dei prodotti alimentari e di consumo (NVWA) e il Servizio sanitario municipale (GGD) hanno ricevuto un numero significativamente inferiore di segnalazioni di lesioni legate al cibo rispetto al 2019. Il minor numero di infezioni potrebbe essere il risultato di misure e consigli che hanno stato implementato durante l’epidemia di corona come il lavaggio delle mani o la chiusura del settore dell’ospitalità. .

L’Autorità olandese per la sicurezza dei prodotti alimentari e di consumo (NVWA) e il Servizio sanitario municipale (GGD) hanno registrato un minor numero di focolai di infezioni e avvelenamenti legati agli alimenti rispetto agli anni precedenti. Campylobacter, salmonella e norovirus continueranno a essere le principali cause di epidemie di malattie di origine alimentare nel 2020. Ciò è dimostrato dalla registrazione di epidemie legate all’alimentazione nei Paesi Bassi nel 2020.

Nel 2020, NVWA e GGD hanno registrato un totale di 559 epidemie legate al cibo, causando 1.907 pazienti. Nell’anno precedente, erano 735 focolai con 3.058 pazienti.

Focolai di malattie legate al cibo
Le persone possono ammalarsi dal cibo se è contaminato da agenti patogeni. Quando due o più persone si ammalano per lo stesso cibo, lo chiamiamo un’epidemia correlata al cibo. Medici e laboratori devono segnalare questi focolai a GGD. Le persone che sospettano di essersi ammalate a causa del cibo possono segnalarlo da sole alla NVWA. I numeri citati sono inferiori al numero effettivo di focolai di malattie legate all’alimentazione e al numero di malati. Ciò è in parte dovuto al fatto che non tutti i pazienti vanno dal proprio medico di famiglia o segnalano la NVWA. Il numero effettivo di infezioni legate al cibo nei Paesi Bassi è stimato a quasi mezzo milione l’anno scorso.

READ  Diagnosi di ADHD in età avanzata: `` Troppi pezzi del puzzle sono andati a posto ''

Crownmaatregelen
Le infezioni legate al cibo possono spesso essere prevenute praticando una buona igiene in cucina. Ciò significa lavarsi le mani prima di cucinare, utilizzare diversi taglieri e coltelli per cibi crudi e cotti e lasciare che il cibo cuocia correttamente. (Prestando attenzione a) le misure della corona potrebbero aver cambiato il mio comportamento. Anche chiudere gli esercizi di ristorazione o vietare le riunioni può essere un motivo per la recessione. Inoltre, potrebbero esserci anche meno persone che si rivolgono a un medico (generale) in caso di malattia.

Record di analisi
NVWA e GGD stanno studiando focolai di infezioni e intossicazioni alimentari per prevenire più pazienti e focolai di malattie. NVWA ha analizzato la sicurezza alimentare presso WFSR Wageningen Foodsafety Research e sta esaminando l’origine e il luogo di preparazione. GGD si concentra sulle persone che hanno mangiato cibo contaminato e cerca di rintracciare le possibili fonti.

Centro per il controllo delle malattie infettive CIb L’Istituto nazionale per la salute pubblica e l’ambiente Il Centro per il controllo delle malattie infettive del RIVM raccoglie le segnalazioni dei GGD e della NVWA e le analizza nel loro insieme. Questa analisi fornisce informazioni sulle cause dei focolai di malattie legate all’alimentazione nei Paesi Bassi, sulla misura in cui si verificano e sui potenziali cambiamenti in questi casi nel corso degli anni. Queste idee aiutano a combattere le epidemie di malattie legate al cibo.

Fonte: RIVM