QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Michael Caine (88) torna con l’intenzione di smettere…

Dopotutto, l’attore britannico Michael Caine non smetterà di recitare. Sabato ha detto in un programma radiofonico della BBC che il film “più venduto” mostrato il mese scorso negli Stati Uniti e in Canada è stato l’ultimo. Più tardi, quello stesso giorno, annunciò che dopotutto non si sarebbe ritirato.

L’icona britannica di 88 anni ha detto alla BBC di aver preso la decisione di smettere di recitare perché i ruoli non erano qualcosa di cui vantarsi per qualcuno della sua età e la sua salute era cagionevole. “Ho problemi con la colonna vertebrale e si estende alle gambe. Non riesco a camminare bene a causa di ciò”.

L’intervista di Kane è arrivata con la BBC sul suo ruolo in Best Sellers, che “probabilmente” ha definito il suo ultimo ruolo nel film. Nel film, Cain interpreta anche un autore arrabbiato che va in tournée con riluttanza.

Da attore ad autore

L’attore britannico non scomparirà comunque dalla scena pubblica. Vuole rimanere attivo come scrittore per un po’, avendo scritto le sue memorie, tra le altre cose.

Ho scritto una serie di libri di successo. Quindi non mi vedo più come attore ma come autore. Questo è fantastico perché come attore devi alzarti alle 5:30 del mattino e andare in studio, ma come scrittore puoi iniziare senza alzarti dal letto.

C’è solo una persona che Michael Caine vuole fare un’eccezione: il regista britannico Christopher Nolan, entrambi Dunkerque (2017) come principio (2020), dovrebbe sicuramente invitarlo per un piccolo ruolo. Ken e Nolan hanno un legame speciale. L’attore ha recitato in tutti i film di Nolan dal 2005.

READ  Questo straordinario pezzo di architettura è uno dei punti salienti della Triennale di Bruges

Michael Caine ha avuto una carriera che dura da più di sessant’anni. Ha vinto un Oscar due volte: nel 1986 come miglior attore non protagonista per Hannah e le sue sorelle, e il secondo nel 1999 per Le regole della casa del sidro. Dal 2000 è Ufficiale dell’Ordine dell’Impero Britannico.