QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Michelle Wittes: ‘Un 75% di possibilità di Roglic, Ineos ha perso la sua grandezza’ | Vuelta

La Vuelta a España ha già svelato molti segreti, ma la storia potrebbe prendere svolte sorprendenti nelle prossime due settimane. o no? Abbiamo presentato 5 domande al nostro commentatore Michel Wuyts durante il primo giorno di riposo della Vuelta.

1. Primus Roglic offre una vittoria all-in-one?

Per il 75% Primose Roglic ha tutto in tasca. Trasuda molta calma e fiducia in se stessi.

Ha un gran fisico e vedo i suoi grandi avversari cadere uno dopo l’altro.

La nota dolente è che il team Jumbo-Visma non è all’altezza, ma è andata molto meglio nelle fasi successive.

Se Sepp Kuss e Steven Kruijswijk continuano a raggiungere questo livello, è possibile. Jumbo-Visma non ha il contenuto del tour qui, ma potrebbe essere sufficiente per la Vuelta.

2. Chi è il più grande concorrente di Primus Roglic?

Solo Enrique Mas sta ancora resistendo e ha un compagno di squadra Miguel Angel Lopez al terzo, e i due possono quindi giocare una partita che potrebbe mettere Roglic nel buio.

Mas farà meglio a guidare una ruota roguelike per i prossimi giorni. Quando conta, può poi mandare in campo Lopez, cosa che potrebbe innervosire lo sloveno e costringerlo a commettere l’errore.

Nota: la Vuelta è sempre sfacciatamente sottovalutata. Penso che questo sia il giro più difficile dopo il round. E il diavolo nell’ultima settimana con tappe a Lagos de Covadonga e El Jamonitero. Quindi non puoi impazzire lungo la strada.

3. Cosa dovremmo pensare degli Ineos Grenadiers?

Ad esempio, domenica ho visto un’eccessiva sicurezza in Ineos, che alla fine ha sacrificato la sua stessa gente.

È un mistero per me il motivo per cui l’hanno fatto, ed è un mistero ancora più grande il motivo per cui Egan Bernal si è rotto. E cosa fa Adam Yates?

Spero che la loro settimana migliore debba ancora venire, ma non ha funzionato. Yates può aspettarsi un’intera stagione alla Vuelta. Attacca, ma si ritira altrettanto rapidamente. Aeneos mucchio di sabbia smossa, grandezza andata.

Questa è la somma dei deficit individuali. La squadra dipende dall’abilità assoluta del leader e Bernal non ce l’ha. Ha di nuovo problemi alla schiena, ha avuto il corona dopo il giroscopio,…

Inoltre, non capisco perché Tom Bidcock abbia fatto i suoi commenti circa 3 settimane dopo i giochi. Non puoi farlo come un professionista…

Neanche Richard Karabaz è eccezionale, ma ha una scusa per aver dovuto lottare fino alla fine del tour.

4. Mikkel Landa è un’altra grande delusione?

Sono passati circa 8 anni da quando mi aspettavo che Mikel Landa irrompesse nel cielo. Ha mostrato il suo cielo tante volte, soprattutto al Giro. Confermo anche che è lo scalatore più bello da anni, ma non si conosce.

Ha un’autonomia molto limitata, sbaglia sempre e scende nel suo campo.

È successo così tante volte che devi cedere e sperare che mostrino un cambiamento nella sua squadra, come hanno fatto Damiano Caruso e Jack Haig domenica.

5. Cosa possiamo aspettarci dai belgi?

Penso che Jasper Philipsen sia in grado di sopravvivere a qualche tappa in salita e correre per la vittoria o per i punti. Rimangono solo due fasi davvero piatte e non c’è nemmeno l’extra a Madrid. È troppo poco.

Jordi Meeus era già quarto e con una migliore presentazione per la sua squadra può raggiungere obiettivi più alti. A Lotto-Soudal, sto guardando un giro di Maxim Van Gils e Harm Vanhoucke, ma la vittoria è dura con così tanti scalatori.

Speriamo di vedere di nuovo Maori Vincivinant in un viaggio. Si sacrifica per svolgere molti compiti, ma deve stare attento a non vendicarsi.

READ  'Mettili su quella barca senza giubbotto di salvataggio': i trafficanti di persone che hanno inviato rifugiati con bambini nel Mare del Nord rischiano fino a 12 anni di carcere | Cocjeddi