QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Migliaia di manifestanti per le strade di Roma contro il passaggio forzato di Corona nei luoghi di lavoro | All’estero

Diverse migliaia nel centro di Roma hanno protestato sabato contro la decisione del governo di estendere l’uso del Corridoio della Coruña dal 15 ottobre e renderlo obbligatorio anche per il lavoro.




Il primo ministro Mario Draghi ha annunciato tre settimane fa che i dipendenti potrebbero perdere i loro stipendi se si rifiutano di seguire le regole che circondano una tessera sanitaria, che include un certificato di vaccinazione, recupero o un test corona negativo.

Diverse migliaia sono scese in piazza sabato a Roma per protestare contro il provvedimento. I manifestanti hanno denunciato il “ricatto criminale e codardo” del governo italiano costringendo le persone a “vaccinarsi indirettamente”.

La manifestazione di sabato, alla quale hanno preso parte anche gruppi di estrema destra, è stata segnata da alcuni scontri con la polizia.

Secondo i dati del Ministero della Salute, è stato vaccinato quasi l’80 per cento della popolazione italiana di età superiore ai 12 anni. L’Italia, primo Paese europeo ad essere colpito dall’epidemia, ha causato enormi perdite con oltre 130mila morti a causa del Corona.

Approvazione in commissione l’estensione del pass Corona a Bruxelles

Oltre il 90% dei fiamminghi di età superiore ai dodici anni è stato completamente vaccinato

READ  Da oggi è disponibile il certificato Corona che ci permette di viaggiare in Europa: ecco come funziona e puoi ottenerlo qui | Notizie su Instagram VTM