QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Migliaia di vittime dopo che il festival 100% retrò a Bobbejaanland è stato improvvisamente rinviato: puoi riavere i tuoi soldi? E come lo fai? | interno

ModernizzazioneIl sabato di solito sarà un festival retrò al 100% a Bobbejaanland, con esibizioni di Lindsay, Frans Bauer, Soulsister e Laura Lynn, tra gli altri. Tuttavia, l’organizzazione ha annunciato, venerdì, tramite i social media che il festival si sposterà a domenica 20 agosto 2023. Ciò provoca molto risentimento tra i possessori di biglietti e molte persone vogliono indietro i loro soldi. Puoi richiedere il rimborso dei tuoi soldi e come funziona questa procedura? Simon November, spiega un portavoce di Test Aankoop. VTM NIEUWS ha parlato con Hugo Foets, l’organizzatore del festival.

“Nonostante i promettenti risultati di vendita in vista del Bobbejaanland 100% Retro Festival, una serie che non avrebbe potuto essere sostenuta nelle ultime settimane a causa dell’attuale situazione economica, gli organizzatori, di concerto con vari partner, hanno deciso di trasferirsi l’evento al 2023″, ha detto. Quello che appare in una dichiarazione sui social media. “Insieme vogliono creare un festival e una produzione che possa andare oltre le tre edizioni precedenti. Quindi è stato deciso di spostare tutto a domenica 20 agosto, 2023. I biglietti restano validi per la nuova data.

L’annuncio arriverà senza dubbio come un fulmine a ciel sereno per molti possessori di biglietti. Anche molti artisti sono caduti dal cielo, la maggior parte di loro non è stata ancora pagata. Non è rimasto nulla dell’azione nella stessa Bobbejaanland. Non ci sono piattaforme, ad esempio, perché l’organizzazione non ha pagato correttamente. “Purtroppo, abbiamo stabilito che alcuni degli accordi di pagamento, presi alla luce del passato, non sono stati rispettati. Ecco perché non abbiamo avuto altra scelta che mantenere i materiali qui”, afferma Elaine Larmans di Lust for Live.

READ  Bombi a casa di Beckham: le tensioni tra Victoria e sua nuora fanno piangere al matrimonio

100% Retro è anche il successore di Yesterday’s Land, anch’esso fallito. Tutto questo insieme significa che le persone preferirebbero riavere indietro i loro soldi piuttosto che il biglietto dell’anno prossimo. Pertanto, le reazioni sotto il post su Facebook non sono teneri. Qualcuno ha risposto: “Chiedi indietro i nostri soldi, ci è costato 425€ per 5 adulti e 1 bambino”. “Non credo sia possibile che tu lo annunci con un giorno di anticipo!” Qualcun altro risponde.

violazione del contratto

Quindi i parlamentari si chiedono se possono riavere i loro soldi. “È sicuramente possibile”, ha detto ai nostri editori Simon November, un portavoce di Test Aankoop. “Come cliente, hai diritto al rimborso. Il biglietto è in realtà una sorta di contratto: come cliente, paghi l’organizzazione per venire ad ascoltare determinati artisti in un giorno e in un’ora specifici. Sei, come si trattava di pagare un servizio”, spiega November. . “In effetti, l’organizzazione sta ora commettendo una violazione del contratto”.

A novembre, i biglietti dovrebbero essere riscattati da soli. Ora stanno posticipando l’evento e dicendo che i biglietti saranno ancora validi. Come cliente, puoi essere d’accordo, ma l’organizzazione deve davvero dare al cliente la possibilità di scegliere ora”.

Come puoi richiedere indietro i tuoi soldi? “Consiglio vivamente alle persone che desiderano un rimborso di contattare l’organizzazione tramite i loro dettagli di contatto sul sito Web o nella posta che riceveranno”, afferma November. “Legalmente, il cliente ha il diritto di recuperare tale importo, in modo che possa reclamarlo anche presso l’istituto”.

Gli esperti legali avvertono che se troppe persone chiedessero indietro i loro soldi, i problemi finanziari dell’organizzazione potrebbero diventare così gravi da far fallire. E quando ciò accadrà, come titolare del biglietto, non sarai affatto in grado di vedere i tuoi soldi. Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’organizzazione tramite info@100procentro.be

READ  Axel Daeseleire mette i pali della luce al MAS: "Luce... (Anversa)

Leggi di più sotto il video

L’imprenditorialità è “A volte vinci, a volte perdi”

L’organizzazione imputa la mossa alla scarsa vendita dei biglietti, che secondo loro è causata dalla crisi economica. Sono stati venduti circa 5.000 biglietti, ma questo non è stato sufficiente a coprire i costi. “In consultazione con i nostri sponsor e partner, abbiamo deciso un’ultima volta di continuare la scorsa settimana con il cuore della musica. Ma non ci siamo riusciti”, Hugo Foets, organizzatore del 100% Retro Festival, difende la scelta dell’organizzazione. Dice anche che solo un artista non era a conoscenza della cancellazione del festival. “E’ stato un errore dei nostri editori”, dice.

I piedi hanno una reputazione negativa. Molti dei suoi festival, come “Yesterday Land” e Festival on the Coast, sono già falliti. “L’imprenditorialità è ‘a volte vinci, a volte perdi’”, dice. Foets si rende conto che molti frequentatori di festival temono di non vedere indietro i loro soldi. “Queste persone sono deluse dal fatto che, proprio come noi, siano state Attendo con impazienza l’evento da mesi.” Ecco perché vuole guardare al 2023 insieme, e anche alle persone che vogliono un rimborso, ma Foets non offre garanzie reali.

Leggi anche:

Shawn Mendes cancella l’intero tour per problemi di salute mentale: “Mi si spezza il cuore”

Non si mangia, si paga comunque: sempre più ristoranti chiedono un anticipo al momento della prenotazione. Solo questo è possibile? L’avvocato spiega (+)

Sciopero tra il personale della ristorazione di Bobbejaanland: i ristoranti sono chiusi da tempo

Guarda anche: