QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Missile cinese ‘incontrollato’ cade sull’Oceano Indiano | Scienze

Una parte di un missile cinese lanciato la scorsa settimana è rientrato nell’atmosfera sabato e si è disintegrato nell’Oceano Indiano. Lo hanno riferito l’esercito americano, senza specificare se il relitto abbia causato danni.

Gli esperti hanno previsto che i detriti del razzo “Long Mars-5B” si sarebbero schiantati al suolo sabato pomeriggio e in tarda serata. La US Space Force ha detto che il missile è rientrato nell’atmosfera terrestre alle 18:45 GMT.

L’agenzia spaziale statunitense NASA ha criticato la Cina per non averla scomposta in pezzi più piccoli dopo averla utilizzata, che è lo standard internazionale. Inoltre, il razzo non è stato costruito per tornare sulla Terra in modo controllato. Il razzo è stato utilizzato il 24 luglio per trasportare materiali alla stazione spaziale di Tiangong in costruzione.

Il CEO della NASA Bill Nelson ha twittato sabato che la Cina “non ha fornito informazioni accurate sulla traiettoria del Long March-5B”. “Tutti i paesi che conducono attività spaziali dovrebbero aderire alle pratiche concordate”. Perché la caduta di un missile di queste dimensioni “porta grandi rischi di perdite umane e materiali”.

detriti

Quando un razzo rientra nell’atmosfera, genera un tremendo calore e attrito, che può bruciarne parti. Tuttavia, i razzi di grandi dimensioni come il Long March-5B non possono essere completamente distrutti, causando la caduta di detriti a terra.

Nel maggio dello scorso anno, i resti di un missile usato si sono schiantati vicino all’arcipelago delle Maldive nell’Oceano Indiano. Secondo Pechino, la “parte più grande” si è già bruciata durante il rientro nell’atmosfera terrestre. Anche la NASA era cruciale all’epoca. S

READ  Sempre più villaggi Maas nel Limburgo olandese vengono evacuati...