QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

“Molti genitori avranno i propri figli”.

Più della metà (59%) degli olandesi farebbe vaccinare i propri figli contro il Coronavirus se potesse.

Questo è stato il risultato di un sondaggio rappresentativo tra quasi 3.000 partecipanti al Comitato per il cuore dei Paesi Bassi.

Il dibattito sull’opportunità o meno di vaccinare i bambini infuria ora che il vaccino è stato approvato in America per i bambini dai 12 anni. Anche Germania e Francia stanno considerando questo. Ad esempio, potrebbe essere necessario nelle famiglie con parenti vulnerabili.

Quasi il 60% degli intervistati ne è soddisfatto. Tuttavia, il 34% degli intervistati credeva che non avesse senso vaccinare i bambini. Il motivo: non si ammalano o contraggono difficilmente il Coronavirus, e le possibilità di trasmetterlo sono poche (di più).

Secondo il governo olandese, i bambini di età superiore ai 12 anni non sono ammessi dopo la puntura della corona. I vaccini non sono ancora stati testati nel gruppo target di giovani adulti. Secondo l’epidemiologa Patricia Bruegg, ciò fornirebbe una soluzione alle famiglie vulnerabili. “Ci sono famiglie che sono rimaste a casa per un anno, anche se un genitore vulnerabile è stato vaccinato. In questo caso è meglio vaccinare tutti i membri della famiglia, in modo che i bambini possano uscire senza paura e rivedere i loro amici”.

READ  Ancora una volta, in Frisia sono stati identificati meno casi di coronavirus, ma non è ancora confermato se la tendenza al ribasso sia definitivamente iniziata.