QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Mostra il legame tra acne e acidi grassi omega-3′ | l’interno

Gli scienziati ritengono che questa scoperta possa aprire nuove possibilità per il trattamento di una condizione che si stima colpisca quasi 23 milioni di persone in Europa. Sebbene lo studio sia piccolo – sono state studiate 100 persone – i risultati sono molto chiari, afferma la ricercatrice capo Dr. Anne Gurtler.

Dei 100 pazienti affetti da acne, 94 avevano livelli di acidi grassi omega-3 nel sangue inferiori a quelli raccomandati. I pazienti che hanno alti livelli di acidi grassi consumano regolarmente legumi come ceci e lenticchie. I pazienti che non consumavano olio di girasole avevano livelli più bassi di acidi grassi omega-3 nel sangue. “Alti livelli di acidi grassi omega-3 possono portare a una diminuzione della produzione di sebo e all’ostruzione dei follicoli piliferi, che possono alleviare la gravità dell’acne clinica”, ha detto Gurtler.

Dieta occidentale

L’acne è stata a lungo attribuita alla dieta occidentale. Ora, il basso livello di acidi grassi omega-3 in particolare sembra essere il colpevole; Più acidi grassi omega-3 sembrano promettenti grazie al loro effetto antinfiammatorio. Il Dr. Gurtler invita i medici a fornire ai pazienti con acne informazioni sull’effetto della loro dieta sulle condizioni della loro pelle quando discutono dei metodi di trattamento. “Le misure dietetiche preventive e curative di accompagnamento non sono state adeguatamente affrontate”.

I risultati rafforzano l’idea che una dieta sana potrebbe essere necessaria per calmare l’acne a lungo termine, secondo i dermatologi. Gli acidi grassi Omega-3 si trovano in alimenti come legumi, alghe, noci e semi e pesci incolti come salmone selvatico e sardine. “Quindi, quando si tratta l’acne, dobbiamo guardare oltre gli unguenti topici per la pelle, i trattamenti ormonali e gli antibiotici tradizionali. Sebbene questo percorso necessiti di ulteriori indagini, può offrire speranza alle persone che cercano un modo per gestire la loro condizione”.

READ  VWS: aumento dell'uso di maschere FFP2 per l'assistenza sanitaria | notizia