QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Mouscron inoltre non ottiene la licenza in appello e cade al secondo dilettante | 1B Pro League

Il mese scorso, a Mouscron è stata negata la licenza di calcio professionistico e amatoriale dalla Commissione per le licenze per la settima volta in otto anni. Il Comitato Licenze ha stabilito che “la continuazione del club non può essere garantita fino al 30 giugno 2023 (fine stagione)”.

Mouscron stava ancora pagando gli stipendi di marzo e aprile, ma ha cercato disperatamente un acquirente da quando la partnership con il Lille è fallita. Dal momento che c’è ancora un’indagine penale per falsificazione di documenti, i candidati non fanno la fila.

Il club ha informato i suoi giocatori, martedì, che non otterrà una licenza professionale dal Centro belga di arbitrato nel settore sportivo (C-SAR) sull’appello, secondo un tweet del giocatore Jeremy Travell.

“Triste notizia per i tifosi, lo staff e tutti i giovani del Mouscron, ma senza licenza”, ha scritto l’esperto difensore. “Un grande grazie a tutte le persone reali che hanno cercato di costruire qualcosa e hanno combattuto per Mouscron”.

Mouscron scende in seconda divisione amatoriale a causa di questa decisione, poiché deve partire con uno svantaggio di meno tre punti.

Almeno se il club non scompare del tutto dai radar. C’è una voce sulla stampa francofona che il club dichiarerà bancarotta, ma Mouscron non lo ha ancora confermato. Mouscron dovrà ancora saldare una montagna di debiti pari a 4 milioni di euro.

READ  Il Belgio ha permesso di andare all'Europeo dopo un difficile pareggio in Danimarca | Calcio europeo under 21