QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Natura belga ‘ossessionata’: chi è il genio David Popovici? † Campionati Mondiali di Nuoto

All’età di diciassette anni, il rumeno David Popovici può definirsi il miglior nuotatore del pianeta. Il nuovo campione del mondo nei 100 e 200 metri ha battuto un record dopo l’altro. il segreto? Corpo quasi perfetto, mente matura e sobria, piscina ad Anversa.

Nuoto con prescrizione medica

2008. Padre e madre Popovici alla fine del loro ingegno. Il loro bambino di 4 anni, David, è irrequieto, non dorme bene e ha problemi alla schiena. Il medico rileva la scoliosi allo stadio iniziale, un disturbo spinale che si verifica spesso nei bambini.

Trattamento: nuoto. Buono per la scoliosi e buono per stancare un bambino che si annoia facilmente per non stare sveglio la notte.

Diventa presto chiaro che si muove in modo impareggiabile nell’acqua.

Record più piccolo

2014. David Popovici, 10 anni, batte per la prima volta il record nazionale di 24 anni nei 50 dorso. Il primo di tanti.

Quattro anni dopo, è diventato il nuotatore under 15 più veloce agli European Youth Games. Nei 100 metri stile libero si è tuffato per la prima volta per meno di 50 secondi.

Ad oggi, Popovici ha battuto più di 30 record. Agli ultimi Mondiali di Budapest ha vinto la medaglia d’oro nei 200 metri stile libero (1’43″21) con il quarto miglior tempo di tutti i tempi.

Il secondo oro è arrivato due giorni dopo il numero del re (100 metri stile libero). In qualifica ha nuovamente battuto il record del mondo juniores: 47″13. Sta a soli 22 millesimi dal record mondiale del brasiliano Cesar Cielo.

Un regalo di madre natura

Autunno 2019. L’entourage di David Popovici comunica con lo scienziato sportivo belga Stijn Corten. “Dal 2015 abbiamo una nuova piscina olimpica ad Anversa dove sono state installate action cam subacquee”, spiega Curtin a Sporza.

“Abbiamo molti nuotatori stranieri, tra cui Popovici, che viene qui due volte l’anno per migliorare la sua tecnica”.

è un Maniaco della natura In forma sana: slanciati e snelli, mani e piedi grandi e braccia aggraziate. Sfrutta tutte le qualità di un moderno nuotatore.

Stijn Curtin, il mondo dello sport

“Ho subito notato il suo grande corpo: è magro e snello, ha mani e piedi grandi, braccia aggraziate. Maniaco della natura in forma sana. Soddisfa tutte le esigenze di un buon nuotatore moderno”.

Popovici è alto 1,90 metri, pesa 80 chilogrammi e ha un’apertura alare di almeno 2 metri e 5 centimetri.

Mentalità matura e calda

Avere il corpo giusto è una cosa, ma anche il resto va fatto. Questo è il caso di Popovici. “Ammiro la sua spinta, la sua mentalità matura e la sua calda personalità”, afferma Courten.

“È molto intellettuale e non si comporta come una star mondiale, parla con altri atleti di spicco e non richiede un lavoro se vuole continuare ad allenarsi. E vuole, un animale da allenamento, che corre per miglia nella nostra piscina”.

Sono un ragazzo normale, so nuotare veloce.

David Popovic

Lo si evince anche dalla sua intervista dopo il titolo mondiale in cui gli veniva chiesto: Tu sei un fenomeno, qual è il tuo segreto? “La mia passione e il mio duro lavoro. Sono solo un ragazzo normale che sa nuotare velocemente.”

Supportare i genitori in modo sano

Deve la sua forte personalità alla sua educazione. Mihai e Georgeta Popovici sostengono il loro figlio nel bene e nel male. “In un modo non orientato alle prestazioni”, spiega Korten.

Si sveglia ogni giorno alle 4:30 con la colazione a letto, perché ai suoi genitori è stato detto che è meglio mangiare due ore prima dell’allenamento. Poi lo hanno lasciato dormire.

Si sono avvicinati alla piscina di Bucarest apposta per lui. Hanno pagato per ogni viaggio per partecipare alle riunioni di nuoto. Suo padre ha fatto centinaia di telefonate nella sua ricerca di sponsor. Sua madre ha seguito un corso antidoping per poter controllare di nuovo le sue pillole e gli integratori.

Quando, all’età di otto anni, annunciò la sua volontà di partecipare alle Olimpiadi, i suoi genitori stamparono subito delle magliette con sopra la scritta “Tokyo2020”. Quelli furono i primi giochi a cui gli fu permesso di partecipare a seconda della sua età.

Ma non lo hanno giudicato in termini di prestazioni. Dopo ogni incontro, indipendentemente dal risultato che ha nuotato, sono andati a mangiare all’IKEA perché ama la torta lì. A casa non parlano di nuoto, risultati o tempi. “Questo è qualcosa tra l’allenatore e mio figlio”, spiega Popovici alla stampa rumena.

La cosa più importante per padre e madre Popovici è come si sente il figlio e se si diverte. Che si diverta o meno: Popovici si fa chiamare su Instagram cloro papà, il padre del cloro. Sembra davvero un pesce nell’acqua.

La chimica brilla con l’allenatore delle giovanili

Le basi sono state poste dai suoi genitori, ma anche il suo allenatore è encomiabile. Adrian Radulescu, che Popovici chiamava “Mister Adi”, ha 32 anni ed è il suo allenatore da quando ne aveva nove.

Il Sig. Addy ha subito capito il fenomeno del piccolo nuoto: “Pobovici era il tipo di ragazzo a cui dovevi spiegare le cose. Non puoi fargli nuotare 10 giri perché dovevi. Dovevi spiegare perché l’allenamento era importante”.

L’interazione tra i due è quasi magica. Il signor Uday sa come motivare bene David e allo stesso tempo proteggerlo dal clamore mediatico che è sorto.

Stijn Curtin, il mondo dello sport

Georgeta Popovici conferma il buon rapporto tra Radulescu e suo figlio: “Non è mai stato rimproverato, si sono divertiti molto insieme e durante le sessioni di allenamento hanno suonato ad alto volume hip-hop rumeno”.

Stijn Corten rispetta molto anche il legame tra Popovici e il suo allenatore: “Conosce il suo atleta in tutto e per tutto, l’interazione tra i due può quasi essere definita magica. Sa come motivare David in modo positivo e allo stesso tempo proteggere David dal clamore mediatico che è sorto”.

“Tutti hanno voluto ascoltare Popovici sin dalle Olimpiadi. Il suo allenatore può inquadrarlo e insegnare a David a gestirlo bene: come catalizzatore per più successi e allo stesso tempo con i piedi per terra”.

David Popovici durante i Mondiali di nuoto a Budapest.

WR e oro olimpico?

il futuro. Sempre difficile da prevedere. Ma sembra solo questione di tempo prima che il record mondiale di Selo cada. “C’è ancora un margine”, spiega Korten.

“I suoi inizi e le sue trasformazioni sono ancora punti d’azione. Facciamo tutto il possibile per farlo muovere il più possibile in acqua. Ha una percezione impressionante di se stesso in acqua. Quando gli chiedi di muovere il mignolo di 1 cm, lui lo farà 0,9 mm.

“In questo momento, è più di un nuotatore di 200 metri. Se vuole battere il record nei 100 metri, allora tutti i pezzi del puzzle devono adattarsi. Ma è sicuramente possibile”.

Quindi l’equilibrio dovrebbe essere giusto: allenamento, fitness, allenamento di nuovo, studio (in seguito vuole studiare psicologia), passare del tempo con la sua ragazza e incontrare gli amici di tanto in tanto.

Il vero obiettivo sono le Olimpiadi. A partire da Parigi 2024, dove Popovici vuole assegnare una medaglia alla Romania. Solo un nuotatore l’ha fatto prima. Anche il 2028 e il 2032 sono in cima alla lista dei desideri.

Una cosa è certa: la scena internazionale del nuoto ha un nuovo campione. E che tipo…

READ  Il Cercle Brugge continua il suo netto progresso con la sua settima vittoria in 8 partite | Jupiler Pro League 2021/2022