QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Nel 2022, Italia e Paesi Bassi saranno asciutti con la metà delle precipitazioni normali.

Po vicino a Figarlo nella regione italiana del Veneto. A causa della grave siccità nel nord Italia, sono state imposte restrizioni sull’uso dell’acqua.Immagine di AFP

La metà delle precipitazioni normali in Italia, specie al nord con scarse precipitazioni

In Italia le precipitazioni nella prima metà dell’anno sono state meno della metà del normale. Dal 1991 al 2020, i primi sei mesi hanno visto una diminuzione del 45% delle precipitazioni medie annue, e quest’anno solo del 24% di quella media.

Nel nord del paese, lunedì il governo ha dichiarato lo stato di emergenza in cinque regioni, con una quantità di acqua doppia rispetto al normale. Il problema è iniziato con la mancanza di pioggia in inverno, ma la primavera e giugno sono stati asciutti.

Secondo le immagini satellitari dell’Osservatorio europeo della siccità, i deficit di precipitazioni sono così gravi in ​​gran parte d’Italia che l’umidità del suolo è bassa, il che può danneggiare le piante in alcuni punti. Lo stesso vale per molti paesi del Mediterraneo, tra cui Francia e Slovenia. La Commissione europea si aspetta che l’Europa meridionale e occidentale diventi più secca a causa dei cambiamenti climatici.

Immagine nulla

Il 2022 potrebbe essere uno degli anni più secchi dall’inizio delle misurazioni olandesi

Nei Paesi Bassi attualmente non è secco come in Italia, ma il deficit di precipitazioni è vicino a quello degli anni più secchi da quando il KNMI ha iniziato a monitorarlo nel 1906. Martedì, il deficit era del 5% inferiore a 20 millimetri negli anni di siccità. Secondo le attuali previsioni del tempo, a metà luglio sarà ugualmente secco.

La primavera olandese è iniziata molto piovosa, ma è stata brevemente eguagliata dalla siccità record del 1976 all’inizio di maggio e all’inizio di giugno. A causa di alcune precipitazioni e in parte a causa delle temperature più basse – meno umidità evapora – il deficit di precipitazioni è diminuito. A luglio, che di solito è un mese caldo e secco, può cambiare rapidamente, ed è quello che KNMI si aspetta per le prossime settimane.

READ  Nuove restrizioni per l'Italia - le notizie di oggi