QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Nemmeno un cessate il fuoco di Natale o di Capodanno: la Russia continua a fare la guerra senza pietà in Ucraina | Guerra Ucraina e Russia

Né la Russia concede vacanze pacifiche alla popolazione ucraina. Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov lo ha chiarito oggi. “Al momento non si parla di cessate il fuoco durante Natale o Capodanno”, ha detto. Già ieri Peskov aveva sottolineato che era “fuori questione” che Mosca ritirasse le sue forze prima del periodo natalizio.

“Nessuno ha avanzato una proposta, questo problema non è all’ordine del giorno”, ha detto Peskov a proposito di un possibile cessate il fuoco in Ucraina durante le festività natalizie. Quindi la lotta continuerà fino a Natale e Capodanno, a quanto pare.

Ieri il portavoce del Cremlino ha detto che la Russia non ha intenzione di ritirare le sue truppe dall’Ucraina prima di Natale. Questa richiesta è stata avanzata lunedì dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky durante un discorso a una riunione del G7.

uno sguardo. Zelensky vuole che le forze russe si ritirino prima di Natale:

“riconoscimento dell’attaccamento”

È chiaro che la pace è ancora lontana per Mosca. Peskov ha detto ieri che prima che Russia e Ucraina possano sedersi al tavolo dei negoziati, l’Ucraina deve riconoscere le regioni annesse dalla Russia dopo finti referendum. “Gli ucraini dovrebbero tenere conto della realtà che si è sviluppata sul campo”, ha affermato.

I commenti del portavoce del Cremlino sono arrivati ​​in risposta alla proposta di Zelenskyj di organizzare un “vertice di pace globale”. Con questo, il presidente ucraino vuole “decidere come e quando i punti dell’equazione della pace ucraina potranno essere implementati”.

Alla fine di settembre, la Russia ha annesso le regioni ucraine di Luhansk, Donetsk, Zaporizhia e Kherson. Nel 2014 anche Mosca ha annesso la Crimea. La comunità internazionale non riconosce le annessioni. L’Ucraina chiede anche alla Russia di restituire tutti i territori occupati.

READ  Il russo vince il premio European Wildlife Photographer of the Year con le sue foto di ippopotami subacquei

Denis Pushlin, un importante occupante russo nell’Ucraina orientale, ha dichiarato all’agenzia di stampa RIA Novosti di voler “liberare Odessa e Chernihiv”, due città lontane dalla linea del fronte. Tuttavia, Peskov ha ammorbidito queste osservazioni, affermando che la priorità è “la protezione delle persone nelle regioni orientali di Luhansk e Donetsk”.





Leggi anche:

Zelensky: “Se Putin muore, la guerra finirà presto”

Il Cremlino sembra diminuire le sue ambizioni in Ucraina: “L’esercito russo difficilmente riesce a riconquistare i territori perduti”