QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Nessuna maggioranza in Parlamento: la Germania rinuncia alla vaccinazione contro Corona all’estero

La Germania rinuncia alla vaccinazione obbligatoria contro la corona per chiunque abbia più di 18 anni. Il quotidiano tedesco “Bild” ha riferito che la coalizione di governo composta da socialdemocratici, verdi e liberali ha annullato il piano perché non aveva la maggioranza in parlamento.

Di recente, durante un dibattito in Parlamento, sono già emerse divisioni. Entrambe le parti si sono chieste se l’obbligo non dovesse applicarsi da un’età più alta, ad esempio dall’età di 50 anni.

Gli oppositori hanno messo in dubbio l’utilità delle vaccinazioni. Hanno parlato della violazione dei diritti fondamentali dei cittadini. D’altra parte, i sostenitori ritengono che l’obbligo di vaccinazione dal 1 ottobre aiuterà a prevenire la diffusione del virus Corona in autunno e in inverno.

L’obbligo non si applicherà alle persone che si sono chiaramente riprese dal coronavirus. Tutti gli altri adulti avrebbero dovuto fare tre vaccinazioni entro ottobre. L’obbligo si applica anche agli stranieri che si trovano nella Repubblica federale da più di sei mesi. Il rifiuto deve tenere conto di una multa fino a 25.000 euro.

READ  Il candidato comunista alle elezioni presidenziali francesi per la prima volta in quindici anni | all'estero