QWERTYmag

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su QwertMag

Nibali non vede proprio un successore in Italia: ‘Ma gli italiani hanno la capacità di vincere il Monumento’

Vincenzo Nibali non tornerà nel gruppo professionistico nel 2023 e l’Italia perderà il suo corridore Tour di maggior successo del secolo. In un’intervista GCN Nibali doveva trovare un successore e purtroppo per l’Italia non è andato molto lontano.

Squalo di Messina Ha vinto quattro Grandi Giri nella sua carriera ed è stato quindi una grande speranza per il suo Paese. Ora ha smesso, c’è un enorme vuoto. ‘Non vedo subito un italiano che possa farsi carico delle corse a tappe. In futuro alcuni talenti potrebbero svilupparsi ancora di più fisicamente e mentalmente, ma per ora – mi dispiace – dovremo aspettare.

Nibali si aspetta molto da Khanna in una giornata di lavoro

Niente paura, perché secondo Nibali l’Italia ha un bel gruppo di corridori. Tuttavia, eccellono in una giornata di lavoro o sono perfetti in attacco. “Ci sono tanti piloti italiani che possono ancora crescere e conquistare un monumento. Innanzitutto guardo Filippo Canna. Ha vinto tutto in pista e penso che ora dovrebbe concentrarsi sui monumenti.

Nibali cita anche Andrea Baggioli (Quick Step) e Samuel Battishella (Astana) come talenti emergenti. Nei circuiti, la leggenda del ciclismo italiano porta un solo nome. Giulio Ciccone è a un punto in cui tutto deve andare a posto. Come tutti, ha talento, ma ha bisogno di qualcosa in più per fare la differenza.

READ  Qualificazioni Mondiali: Italia campione d'Europa eliminata da Macedonia del Nord e Portogallo.